Nura Musse Ali: «Favorevole al regime talebano», bufera sulla consigliera regionale dem della Regione Toscana

Nura Musse Ali: «Favorevole al regime talebano», bufera sulla consigliera regionale dem della Regione Toscana

Nura Musse Ali nella bufera. Le parole della consigliera regionale del Pd nella commissione delle pari opportunità della Regione Toscana alzano un polverone sul tema Afghanistan e talebani. La 35enne di origini somale si è detta favorevole alla presa di potere da parte della frangia estremista di jihadisti in Afghanistan.

 

Leggi anche > Afghanistan, Di Maio: «Trasferire in Italia 2.500 civili. Presto un G20 straordinario»

 

Se le parole di Giuseppe Conte hanno fatto infuriare gli alleati per aver aperto al dialogo con i talebani, le dichiarazioni di Nura Musse diventano un vero e proprio caso politico. La consigliera 35enne si è detta favorevole alla presa di potere da parte dei talebani. 

Sulle pagine del Tirreno, l'esponente dem ha parlato di «un passaggio inevitabile e obbligato perché l'Afghanistan inizi un cammino autonomo verso la maturazione sociale, i fondamentalisti lì, infatti rappresentano la maggioranza e gli occidentali vengono visti come stranieri che hanno peggiorato la situazione».

 

Il Pd di Letta ha preso subito le distanze da questa affermazione. Matteo Salvini, invece, si è rivolto direttamente al presidente della Regione Eugenio Giani: «L'apologia dell'Islam radicale è incompatibile con la nostra democrazia, non si può sostenere un regime guidato da criminali che ammazzano, torturano e chiudono in casa le donne». 

Imbarazzo palpabile in casa dem dove, però, sono poche le voci che hanno scelto di dissociarsi pubblicamente. Tra le poche, Simona Bonafè, segretaria regionale del Pd in Toscana ha tuonato nei confronti di Nura Musse Ali: «Sostenere che un regime è una tappa obbligata verso la maturazione sociale è inaccettabile». 

Dura anche la presa di posizione degli altri componenti della commissione regionale delle pari opportunità che tramite un comunicato hanno tenuto a ribadire che «le parole di Nura Musse Ali non ci rappresentano».


Ultimo aggiornamento: Giovedì 26 Agosto 2021, 22:55
© RIPRODUZIONE RISERVATA