Intercettata una busta con proiettili destinata a Papa Francesco, identificato il mittente

Intercettata una busta con proiettili destinata a Papa Francesco, identificato il mittente

Una busta contenente dei proiettili e destinata a Papa Francesco è stata individuata nel milanese. Tre proiettili spediti in una busta erano indirizzati a Papa Francesco, ma gli addetti delle Poste al centro di smistamento di Peschiera Borromeo, in provincia di Milano, l'hanno bloccati e avvertito subito le forze dell'ordine.

Leggi anche > Laura Ziliani, senza vestiti il cadavere ritrovato nel torrente del Bresciano. Gli inquirenti: «È la donna scomparsa». Ma serve l'esame del dna

Il plico, proveniente dalla Francia, è stato sequestrato dai carabinieri di San Donato Milanese e le indagini hanno subito portato all'identificazione del mittente. Al suo interno, secondo quanto si è appreso, si trovavano tre proiettili a pallini di tipo Flobert, calibro 9 millimetri. La lettera era scritta a penna, in modo poco leggibile e indirizzata a «Il Papa - Città del Vaticano - piazza S.Pietro in Roma». 

Il mittente è stato identificato. Si tratterebbe, secondo quanto si è appreso, di un uomo già noto ai gendarmi vaticani, con cui i carabinieri di Milano si coordineranno per valutarne il gesto e l'eventuale pericolosità. Chi ha inviato la busta avrebbe, infatti, già in passsato spedito lettere in Vaticano, e al momento l'informazione che più interessa agli investigatori è sapere dove si trovi: ovviamente susciterebbe un allarme diverso saperlo in Francia o in piazza San Pietro, a Roma, come fanno notare alcuni inquirenti. Nella busta ci sarebbe stata anche una copia di un versamento da 10 euro, ma non è noto per cosa e in quali circostanze sarebbe stato effettuato.


Ultimo aggiornamento: Martedì 10 Agosto 2021, 11:53
© RIPRODUZIONE RISERVATA