De Luca annuncia il lockdown in Campania: «Chiudere tutto per 30-40 giorni, poi si vedrà»

Video

Il governatore della Campania Vincenzo De Luca ha chiesto il lockdown al governo. Dopo l'escalation di contagi in Campania prima e nel resto d'Italia poi, il presidente della giunta regionale - in un post su Facebook - ha fatto appello al premier Conte invocando lo stop totale a tutte le attività da lunedì con chiusura delle scuole e didattica a distanza almeno per un periodo di tempo compreso tra 15 giorni e un mese. 

La firma dell'ordinanza annunciata è attesa per domani o domenica. È quanto trapela da ambienti della Regione secondo quanto riporta l'agenzia Ansa.

 

Leggi anche > Covid, cento scienziati scrivono a Mattarella e Conte: «Misure drastiche entro 2-3 giorni o centinaia di morti»

 

«Vi dobbiamo comunicare decisioni importanti che riguardano il Covid e la vostra vita - ha detto De Luca nella sua diretta Facebook - Avrei voluto rispondere alla campagna di sciacallaggio contro la nostra Regione, ma non c'è tempo da perdere: ne parleremo in altre circostanze. Oggi abbiamo da pensare ad altro, siamo chiamati a prendere decisioni forti, definitive ed efficaci per fare fronte a una situazione che è diventata pesante: ogni giorno che passa rischia di aggravarsi in maniera insostenibile l'epidemia. Ritengo che non ci sia più un'ora di tempo da perdere: persino l'ordinanza di oggi è superata dai dati con cui facciamo i conti».

 

«Dobbiamo decidere oggi, non domani, non tra una settimana. Comunicherò al Governo la mia richiesta di lockdown in tutta Italia. In Campania procederemo con la chiusura di tutto: avevamo pensato ad una chiusura parziale, ma per i dati che abbiamo non basta più neanche questo. Per la Campania faremo ciò che riteniamo giusto: chiudiamo tutto tranne le attività industiali, agricole, dell'edilizia, l'agroalimentare, ciò che abbiamo già conosciuto a febbraio, marzo e aprile. Dobbiamo bloccare la mobilità interregionale e tra comuni, dobbiamo fare ciò che abbiamo fatto a marzo, né più né meno, tentando di difendere per quanto possibile le attività produttive». 

 

«Non voglio vedere anche da noi le scene dei camion militari con i morti come a Bergamo», ha detto De Luca. I dati sui positivi di oggi in Campania sono altissimi: «Anche quelli nazionali sono drammatici», ha anticipato il governatore campano. Nelle ultime 24 ore i tamponi effettuati sono stati circa 15mila: «Abbiamo tempi ancora troppo lunghi per comunicare i risultati - ha aggiunto - l'obiettivo è trasmetterlo nel giro di 12 ore al cittadino. Nei mesi scorsi c'erano cittadini che lasciavano l'indirizzo sbagliato o il numero di telefono sbagliato: cerchiamo di fare le persone responsabili, per consentirci di mandare i risultati al destinatario giusto».

 

«Lavoriamo laboratorio per laboratorio, Asl per Asl per consentire l'invio immediato dei risultati sulla piattaforma digitale. Ma ci sono realtà in cui ci vuole una settimana per fare un tampone: non è ammissibile. Ripartiamo da zero, abbiamo risolto problemi di affanno nei laboratori pubblici aprendo anche ai privati».

 

 

"SUBITO LOCKDOWN NAZIONALE" «È indispensabile decidere subito il lockdown. I dati attuali sul contagio rendono inefficace ogni tipo di provvedimento parziale - ha scritto il governatore su Facebook - È necessario chiudere tutto, fatte salve le categorie che producono e movimentano beni essenziali (industria, agricoltura, edilizia, agro-alimentare, trasporti). È indispensabile bloccare la mobilità tra regioni e intercomunale. Non si vede francamente quale efficacia possano avere in questo contesto misure limitate. In ogni caso la Campania si muoverà in questa direzione a brevissimo».

 

COVID-19, È INDISPENSABILE DECIDERE SUBITO IL LOCKDOWN 🔴#CORONAVIRUS: i dati attuali sul contagio rendono inefficace...

Pubblicato da Vincenzo De Luca su Venerdì 23 ottobre 2020

 

 

Video

 


Ultimo aggiornamento: Venerdì 23 Ottobre 2020, 16:32
© RIPRODUZIONE RISERVATA