«Può spostarsi in sala d'attesa?», infermiere aggredito e picchiato in ospedale

La denuncia social del collega

«Può spostarsi in sala d'attesa?», infermiere aggredito e picchiato in ospedale

Aveva invitato il parente di un paziente a uscire dal Triage e per questo è stato aggredito e picchiato. È successo a un infermiere del Pronto Soccorso dell'Ospedale Moscati di Avellino, che nel turno di mercoledì pomeriggio, verso le ore 17, si è trovato a gestire una situazione complessa.

Bambino di 5 anni perde il suo giocattolo preferito e scrive una lettera alla polizia. Ecco cosa è successo

«Può spostarsi in sala d'attesa?», infermiere aggredito e picchiato all'Ospedale di Avellino

Come riferito da un collega e pubblicato sulla pagina Facebook dell'associazione Nessuno tocchi Ippocrate, il paziente in questione «riferisce malessere aspecifico, gli infermieri triagisti iniziano a valutarlo e invitano il fratello ad uscire dal Triage e a recarsi in sala d'attesa. Quest'ultimo, all'invito degli operatori sanitari ad uscire dal Triage, aggredisce verbalmente e fisicamente l'infermiere di Triage spintonandolo e tentando di schiaffeggiarlo».

Una reazione imprevista che fa scattare il pronto intervento della sicurezza. «Dopo 10 minuti sia il paziente che il fratello si allontanano dal Pronto Soccorso». Per il momento le forze dell'ordine «hanno stilato un verbale di quanto accaduto», ma senza raccogliere la denuncia dell'infermiere che per il momento non ha deciso di spordere denuncia. L'episodio è stato però riportato all'Associazione per portare l'attenzione su un gesto «vigliacco» e «incivile». «Viviamo in un paese dove sta diventando normale aggredire operatori sanitari mentre svolgono il loro prezioso lavoro senza che gli aggressori vengano puniti dalla legge» conclude il collega che ha scelto di rimanere anonimo.


Ultimo aggiornamento: Venerdì 5 Agosto 2022, 19:47
© RIPRODUZIONE RISERVATA