Giuseppe trovato morto in casa dagli amici, tre colpi di pistola alla testa

Pisa, Giuseppe trovato morto in casa dagli amici: tre colpi di pistola alla testa

  • 222
    share
Giuseppe è stato trovato morto in casa dagli amici a 27 anni e adesso si indaga per omicidio in seguito al ritrovamente sabato sera a Casteldelbosco, nel comune di Montopoli Valdarno nel Pisano. Un mistero vero e proprio. La vittima, come riporta Il Tirreno, è Giuseppe Marchesano, era un perito meccanico che lavorava per un'azienda tedesca. Sul corpo c’erano segni evidenti di colpi d'arma da fuoco: almeno 3 i colpiti che lo hanno colpito alla testa, quasi un'esecuzione sembra.

Un topo nella confezione di succo di frutta per il figlio che ha un malore


Giuseppe Marchesano in una foto del suo profilo Facebook

Il giovane aveva 27 anni, era nato a San Miniato in Toscana, amava molto le moto e i motori. L'ultima volta era stato visto vivo venerdì sera: sabato non aveva mai risposto alle telefonate, così molto preoccupati gli amici sono andati a cercarlo intorno all'ora di cena. Quando sono entrati in casa, davanti a loro una scena terrificante: il ragazzo era a terra in un lago di sangue. Allertato il 118, i sanitari non hanno potuto che constatare il decesso.

Sull'episodio indagano i carabinieri secondo i quali si è trattato di un omicidio anche se non sono ancora chiare le circostanze nelle quali sia maturato il delitto. Il giovane abitava nella casa da un paio d'anni. È stato un vicino, a tarda ora, ad avvicinare i militari per riferire che la sera precedente aveva udito dei colpi che con il senno di poi avrebbero potuto essere spari. L'uomo è stato ascoltato a lungo nella notte. Nella casa viveva saltuariamente anche una sorella di Marchesano, gli inquirenti stanno scandagliando la vita familiare dell'uomo.

La presenza di lesioni e ferite sul corpo (sia sulla testa che sulle gambe) ha chiesto una serie di approfondimenti da parte del nucleo scientifico dei carabinieri per i rilievi nell'appartamento disposti dal sostituto procuratore di turno Sisto Restuccia che poi ha effettuato un sopralluogo nella notte. Questa mattina i carabinieri hanno nuovamente ispezionato l'appartamento che è stato sequestrato dalla Procura per esaminare con la scientifica tutti gli elementi della scena del crimine. I militari hanno ispezionato anche il furgone della ditta parcheggiato vicino all'abitazione che era in dotazione al 27enne. Sembra che qualcuno dei vicini - che comunque avrebbe raccontato di conoscere poco Marchesano - abbia detto di aver sentito venerdì sera alcuni colpiti pensando però all'esplosione di mortaretti e non di colpi di pistola. I carabinieri del comando provinciale di Pisa e della compagnia di San Miniato hanno sentito i familiari del 27enne e gli amici per raccogliere elementi utili alle indagini. La Procura ha disposto l'autopsia sul cadavere del 27enne.

Domenica 11 Novembre 2018 - Ultimo aggiornamento: 15:16
© RIPRODUZIONE RISERVATA
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE..
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti
DALLA HOME