Coronavirus, oltre 70mila vittime in Italia. Il bollettino di mercoledì 23 dicembre: 553 morti e 14.522 casi in più

Video
di Domenico Zurlo

Coronavirus in Italia, il bollettino di mercoledì 23 dicembre del Ministero della Salute. I nuovi positivi registrati nelle ultime 24 ore sono 14.522 con 175.364 tamponi (ieri erano stati 13.318 con 166.205 tamponi). 553 i morti (ieri erano stati 628). Con 20.494 dimessi e guariti in più gli attualmente positivi sono 598.816, 7.139 in meno rispetto a ieri quando c'era stato un calo di 7.627 unità. 

 

Leggi anche > Coronavirus nel Lazio, il bollettino di martedì 22 dicembre

 

Il totale delle vittime da coronavirus nel nostro Paese sale a 70.395Dei 553 morti 116 vengono dal Veneto, 98 dalla Lombardia, 71 dall’Emilia Romagna e 58 dal Piemonte. La Regione più colpita è ancora il Veneto con 3.357 casi, seguito da Lombardia 2.153, Emilia Romagna 1.129 e Campania 1.067. La percentuale di tamponi positivi è dell'8,28%.

 

 

IL BOLLETTINO DI MARTEDÌ 22 DICEMBRE (clicca per visualizzare il PDF)

 

Il totale dei casi di Covid-19 dall'inizio della pandemia in Italia è dunque di 1.991.278, di cui 70.395 morti e 1.322.067 dimessi e guariti, 20.496 nelle ultime 24 ore. I pazienti attualmente positivi sono 598.816, ieri erano 605.955, un calo di 7.139 unità. I tamponi effettuati con test molecolare fino ad oggi sono 25.558.583, di cui 175.364 nell’ultimo giorno (ieri erano stati 166.205). Il totale delle persone testate è di 14.453.321.

 

Del totale dei positivi sono 571.646 quelli in isolamento domiciliare (-6.674), 24.546 ricoverati in altri reparti (-402) mentre i malati in terapia intensiva sono 2.624 (-63) di cui 536 in Lombardia (-4), 350 in Veneto (+1), 286 nel Lazio (-6), 215 in Piemonte (-13) e 207 in Emilia Romagna (-3). Gli ingressi di oggi in terapia intensiva sono invece 216 (+15 rispetto a ieri): il dato peggiore è ancora della Puglia (59), seguita da Veneto (36), Lombardia (31), Emilia Romagna (21), Piemonte e Lazio (13). La Campania non fornisce il dato degli ingressi in terapia intensiva.


Ultimo aggiornamento: Mercoledì 23 Dicembre 2020, 19:12
© RIPRODUZIONE RISERVATA