Corinaldo, la neve e la musica di Simon & Garfunkel ai funerali di Eleonora. Il messaggio straziante delle figlie: «Mamma, ci mancherai. Ora ci proteggi dall'alto»

  • 4 mila
    share
Dolore e lacrime al funerale di mamma Eleonora Girolimini. Le canzoni di Simon & Garfunkel e la neve hanno accompagnato a Senigallia nelle Marche l'ultimo saluto di Eleonora Girolimini, 39 anni, madre di 4 figli, morta nella discoteca Lanterna Azzurra di Corinaldo, per proteggere la figlia di 11 anni che aveva accompagnato nel locale per un dj set di Sfera Ebbasta.
 
 

Una moltitudine di persone si è raccolta nel Duomo, intorno alla bara bianca di Eleonora e ai suoi familiari: il marito Paolo, i figli Alma, Alessandro, Dora e Gemma. Proprio la figlia che era con lei la sera della tragedia, ha letto in chiesa un pensiero per la madre.

La messa è stata celebrata da don Vittorio Mencucci che ha ricordato la figura di madre
«che dà la vita e amore» anche se immersa in una società dove «consumismo e alcuni stili di vita mettono da parte i sentimenti». Nelle preghiere è stato invocato più volte il sostegno per i familiari, in particolare per il marito, nel difficile compito di essere colonna per i figli, e per la comunità. 

ll prefetto di Ancona Antonio D'Acunto partecipa al funerale nel Duomo di Senigallia di Eleonora Girolimini, la donna di 39 anni, madre di 4 figli, morta nella tragedia dalla discoteca Lanterna azzurra di Corinaldo. Alla famiglia, il prefetto ha portato il messaggio di vicinanza e profonda partecipazione al dolore da parte del presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Contemporaneamente sono in corso a Fano le esequie di Benedetta Vitali, la studentessa 15enne morta anche lei nella calca all'uscita dal locale

Sabato 15 Dicembre 2018 - Ultimo aggiornamento: 16-12-2018 08:27
© RIPRODUZIONE RISERVATA
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE..
COMMENTA LA NOTIZIA
1 di 1 commenti presenti
2018-12-16 12:32:40
I costi che gravano su ogni attività in Italia sono molti e a mio giudizio alcuni inutili e alcuni non tollerabili. Tra questi ci sono in ordine sparso....la siae che carica il costo del ticket dal 25 al 35%. le tasse sappiamo tutti che ormai superano il 65%. Poi ovviamente anche costi accessori giusti come la sicurezza. Si è sbagliato fare entrare 1600 persone quando ne possono entrare 600, ma, se queste sono le regole hanno sbagliato tutti insieme agli organizzatori, è nessuno si deve sentire fuori dal gioco. Le vittime sono la conseguenza della continua e ripetuta violazione delle leggi
DALLA HOME