Cicciolina: «Mi hanno pignorato il vitalizio». Il debito di 50mila euro e la 'truffa' dell'amministratore
di Domenico Zurlo

Cicciolina: «Mi hanno pignorato il vitalizio». Il debito di 50mila euro e la 'truffa' dell'amministratore

«Truffata dall’amministratore, mi hanno pignorato il vitalizio»: il racconto-disavventura di Ilona Staller, 67 anni, in arte Cicciolina, ha qualcosa di incredibile. Una truffa in piena regola, almeno stando a quel che racconta la ex pornostar, musa di Riccardo Schicchi e famosissima negli anni ’80 insieme a Moana Pozzi, fino ad arrivare in Parlamento nel 1987 con il Partito Radicale di Marco Pannella.

Cicciolina contro il GF: «Qualcuno non mi vuole, forse la poltica»

Proprio quell’avventura in Parlamento diede a Cicciolina il diritto ad un vitalizio, che ora però le è stato pignorato: la donna avrebbe infatti un debito di 50mila euro con il condominio dove abita a Roma, sulla Cassia. Ilona sostiene però di aver versato ben 100mila euro al precedente amministratore, soldi che quest’ultimo avrebbe intascato senza saldare il suo debito col condominio.

Cicciolina contro Di Maio, guerra per i vitalizi: «Prendo 2000 euro e me li merito»

Ieri Cicciolina si è recata, insieme al suo avvocato, in Procura a Roma per incontrare il procuratore capo Giuseppe Pignatone e denunciare l’accaduto. È da maggio 2017 che, per il suddetto debito riguardante il condominio - un palazzo lussuoso sulla Cassia, con tanto di piscina - alla Staller viene pignorata una parte del suo vitalizio.


Ultimo aggiornamento: Sabato 2 Giugno 2018, 14:14
© RIPRODUZIONE RISERVATA