Assegno unico, esce la bozza del decreto: 175 euro al mese per i minorenni, 85 tra i 18 e 21 anni

Assegno unico, esce la bozza del decreto: 175 euro al mese per i minorenni, 85 tra i 18 e 21 anni

L'importo andrà in base all'Isee e sarà previsto anche per gli extracomunitari

L'assegno universale prende forma. Si tratterebbe di un assegno mensile da 175 euro, che scendono a 85 per i figli maggiorenni tra i 18 e i 21 anni. Questo lo schema di base presentato nella bozza del decreto attuativo in arrivo in Consiglio dei Ministri. 

 

Leggi anche > Nomine Rai, Conte fuorioso con l'Ad Fuortes: «E' lottizzazione. Non andremo più in televisione sugli schermi Rai»

 

L'importo massimo andrà a chi ha un Isee fino ai 15mila euro, oltre l'assegno cala progressivamente fino a 50 euro per Isee sopra i 40mila euro o per chi non lo presenta.

 

Sono previste maggiorazioni in base al numero di figli e alla presenza di disabili, al reddito e al lavoro di entrambi i genitori.

 

La domanda andrà presentata all'Inps dal primo gennaio per il periodo che va da marzo a febbraio dell'anno successivo.

 

L'assegno unico sarà erogato anche ai cittadini extracomunitari con permesso di soggiorno, permesso di lavoro o di ricerca superiore a sei mesi. Lo prevede la bozza del decreto attuativo dell'assegno unico che tra i requisiti prevede congiuntamente anche la residenza in Italia «da almeno due anni, anche non continuativi ovvero la titolarità di un contratto di lavoro a tempo indeterminato o a tempo determinato di durata almeno semestrale». Tra i requisiti anche il domicilio e il pagamento delle tasse in Italia.


Ultimo aggiornamento: Mercoledì 17 Novembre 2021, 19:58
© RIPRODUZIONE RISERVATA