Ancona, «Ci accompagni a prendere il vino?»: 35enne attirata in casa con l'inganno e stuprata

«Ci accompagni a prendere il vino?»: 35enne attirata in casa con l'inganno e violentata.

È stata convinta ad abbandonare la festa con l'inganno e poi è stata stuprata da due uomini che adesso sono rinchiusi in carcere

L'avrebbero convinta ad abbandonare la festa con gli amici con una scusa. «È finito il vino. Ci accompagni a prenderlo?». E in questo modo è stata attirata con l'inganno in un'abitazione e lì è stata stuprata dai due uomini, italiani di 44 e 52 anni ora arrestati dalla Squadra Mobile di Ancona. Sarebbero un professore e un muratore.

 

Leggi anche > Romina Gazzetto, morta all'ospedale di Cittadella durante la coronografia

 

La vittima della serata finita nella drammatica violenza sessuale di gruppo, secondo le indagini, è una donna di 35 anni anconetana

 

L'inchiesta è partita il referto della vittima presso l'ospedale di Torrette, nel quale la donna si è recata immediatamente dopo la violenza e, successivamente, da parte dell'Unità di Crisi istituita presso il nosocomio Salesi di Ancona, specializzato in violenze sessuali.

 

L'attività degli investigatori della sezione che si occupa di reati di genere ha portato all'individuazione dei due uomini, uno dei quali proprietario dell'appartamento dove era stata consumata la violenza e dove la vittima era stata condotta con l'inganno. I due arrestati sono adesso rinchiusi carcere di Montacuto a disposizione dell'Autorità Giudiziaria.

 

 


Ultimo aggiornamento: Venerdì 4 Febbraio 2022, 13:57
© RIPRODUZIONE RISERVATA