Sfera Ebbasta, l'appello dopo l'incidente mortale a 300 all'ora: «Usate la testa, la vita è una sola»

Nell'incidente sul GRA sono morti due ragazzi di 20 e 22 anni, mentre andavano a velocità folle ascoltavano un brano del rapper

Video

Sfera Ebbasta lancia un appello ai followers su Instagram dopo l'incidente dei giorni scorsi sul Grande Raccordo Anulare di Roma in cui hanno perso la vita due giovanissimi: «Usate sempre la testa».

Roma, incidente sul Gra a quasi 300 all'ora: morti due giovani sinti

 

L'appello su Instagram

A spingere il rapper ad esporsi e mandare un messaggio pubblico, il fatto che i due ragazzi che sfrecciavano a quasi 300 Km/h a bordo di una Audi R8 stavano ascoltando un suo pezzo, “M’ Manc”. E così Sfera Ebbasta si rivolge ai suoi quasi 4 milioni di fan: «Dopo la tragedia successa a Roma ci tengo a fare un appello a tutti i miei followers. Non mettevi alla guida se avete bevuto o se non siete in grado di guidare. Siamo tutti giovani e ci vogliamo tutti divertire. A tutti piacciono le feste, le serate e le belle macchine, però per favore usate sempre la testa: la vita è solo una e non ha prezzo». Un episodio che ha colpito la sensibilità del rapper, diventato da poco papà, che aveva dimostrato già nel 2018 quando, prima di un suo concerto, persero la vita sei persone in una discoteca di Corinaldo. 

 

<h2>L’incidente in video</h2>

L'incidente è avvenuto la settimana scorsa sul GRA di Roma. Due ragazzi di etnia sinti, Orsus Boschetto, 22enne che si trovava alla guida dell'Audi R8, e Nicholas Calì, il passeggero ventenne, hanno deciso di girare un video mentre sfrecciavano a velocità folle. Quando il tachimetro ha raggiunto la velocità di 293 km/h il giovane alla guida ha perso il controllo dell'auto e preso in pieno il new jersey. Il video si è interrotto, così come la vita dei due. Migliore sorte hanno avuto altri due passeggeri, tra cui una ragazza incinta, che sono rimasti feriti in maniera non grave.

 

Ultimo aggiornamento: Martedì 26 Luglio 2022, 12:34
© RIPRODUZIONE RISERVATA