Meghan e Harry, via al toto-nomi: ecco come si chiamerà il Royal Baby

Tra poche settimane, il principe Harry e Meghan Markle diventeranno genitori per la prima volta. Non si sa ancora il sesso del 'Royal Baby', ma Oltremanica impazza già il toto-nomi e, secondo gli scommettitori e gli esperti della famiglia reale, è molto probabile che i duchi di Sussex decidano di richiamarsi alla tradizione.

Alessia Marcuzzi in vacanza con la figlia Mia, furia web: «Viziata di m...». Alba Parietti la difende​



Nessun nome originale o fantasioso: con tutta probabilità, Harry e Meghan sceglieranno tra dei nomi decisamente tradizionali e molto significativi all'interno della dinastia reale britannica. Ne sono convinti i bookmakers ma, soprattutto, ne è convinta l'esperta Wendy Bosberry-Scott, che alla CNN ha spiegato: «Molto probabilmente sceglieranno di onorare i nonni o altri antenati illustri».

Qualche giorno fa, Serena Williams è stata protagonista di una gaffe, probabilmente relativa al sesso del nascituro. La campionessa di tennis, molto vicina alla coppia, aveva raccontato di una cara amica in attesa di una femminuccia. Difficile capire se si stesse riferendo proprio a Meghan Markle, ma quelle dichiarazioni non sono sfuggite a nessuno. Ad ogni modo, se dovesse trattarsi di una bimba, i nomi più quotati sono quelli di Diana (in onore della nonna, Lady D) o Victoria (il nome di una delle più grandi regine della storia del Regno Unito). Se invece il 'Royal Baby' dovesse essere maschio, in molti hanno avanzato tre ipotesi: Arthur, Edward o Philip (il nome del marito della regina Elisabetta e nonno di Harry).

Oltre al nome di battesimo, c'è anche la questione del titolo nobiliare di cui si potrà fregiare il nascituro: essendo troppo lontano nella linea di successione al trono, il 'Royal Baby' di Harry e Meghan difficilmente potrà essere un principe. Se sarà maschio, il bambino erediterà il titolo di Earl of Dumbarton dal padre, mentre se sarà femmina potrà essere chiamata Lady + (nome di battesimo) + Sussex. Il protocollo vuole che la prima persona ad essere informata della nascita debba essere la sovrana e successivamente la premier Theresa May e tutti i governatori del Commonwealth britannico. Solo quando la regina Elisabetta lo deciderà, tuttavia, il lieto evento potrà essere annunciato pubblicamente.
Mercoledì 10 Aprile 2019, 10:51
© RIPRODUZIONE RISERVATA