Ghali, compleanno infelice. Il successo non basta: «Vi auguro il meglio ma non di diventare famosi»

Ghali, compleanno infelice. Il successo non basta: «Vi auguro il meglio ma non di diventare famosi»

MILANO – E’ il suo compleanno ma, nonostante il successo raggiunto, Ghali non riesce a essere felice. Con un lungo post dal suo profilo instagram il rapper, 25 anni compiuti il 21 maggio, ha sottolineato il suo stato d’animo, osservando che il clamore attorno a lui non l’ha portato alla tranquillità che sperava di raggiungere.

Gué Pequeno e il rap: «Nuova generazione deludente. Ghali da gangster a mamma Africa»


 
“Non riesco ad essere felice il giorno del mio compleanno, non so il perché - ha scritto su Instagram - Sarà perché è lo stesso giorno del compleanno di mio padre ma non lo abbiamo mai festeggiato assieme o sarà semplicemente che non mi do pace, non mi do tregua. O sarà che nelle feste vedo sempre qualcosa di triste come sul viso dei clown. Ieri il tassista mi ha detto: “Ma tu sei Ghali, cosa ci fai sul taxi? Dovresti essere su un macchinone con 4 belle donne.” - “E perchè dovrei?” gli ho risposto mentre pensavo a come poter mantenere un equilibrio in azienda.



“Goditi ora quello che hai Ghali perché un giorno non si sa mai cosa può succedere, per cosa hai lavorato in tutti questi anni? Per continuare a volere sempre di più?” Mi disse una ragazza, la stessa che ho lasciato pensando di alleggerire il peso che ho sulle spalle. “Hai un occhio felice e l’altro triste” mi disse un’altra ragazza. Mi sono preso tutte le rivincite possibili e immaginabili ma non mi sento ancora realizzato perché io voglio solo fare altre grandi canzoni anche il giorno del mio compleanno. Sto già meglio comunque. Grazie di esserci, grazie degli auguri. Vi auguro il meglio ma non di diventare famosi”
 
 

Non riesco ad essere felice il giorno del mio compleanno, non so il perché. Sarà perché è lo stesso giorno del compleanno di mio padre ma non lo abbiamo mai festeggiato assieme o sarà semplicemente che non mi do pace, non mi do tregua. O sarà che nelle feste vedo sempre qualcosa di triste come sul viso dei clown. Ieri il tassista mi ha detto: “Ma tu sei Ghali, cosa ci fai sul taxi? Dovresti essere su un macchinone con 4 belle donne.” - “E perchè dovrei?” gli ho risposto mentre pensavo a come poter mantenere un equilibrio in azienda. “Goditi ora quello che hai Ghali perché un giorno non si sa mai cosa può succedere, per cosa hai lavorato in tutti questi anni? Per continuare a volere sempre di più?” Mi disse una ragazza, la stessa che ho lasciato pensando di alleggerire il peso che ho sulle spalle. “Hai un occhio felice e l’altro triste” mi disse un’ altra ragazza. Mi sono preso tutte le rivincite possibili e immaginabili ma non mi sento ancora realizzato perché io voglio solo fare altre grandi canzoni anche il giorno del mio compleanno.  Sto già meglio comunque.  Grazie di esserci, grazie degli auguri. Vi auguro il meglio ma non di diventare famosi.

Un post condiviso da GHALI 🤘🏽 (@ghali) in data:



Martedì 22 Maggio 2018 - Ultimo aggiornamento: 29-05-2018 17:51
© RIPRODUZIONE RISERVATA
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE..
COMMENTA LA NOTIZIA
1 di 1 commenti presenti
2018-05-22 19:32:45
non tutto è oro quello che luccica, è chiaro che ci sono i contro anche nell'essere "famosi"
DALLA HOME