Andrea Iannone tra coronavirus, l'addio di Giulia De Lellis e il processo per doping: «Non sono arrabbiato, cambiamento è opportunità»

Andrea Iannone tra coronavirus, l'addio di Giulia De Lellis e il processo per doping: «Non sono arrabbiato, cambiamento è opportunità»

“NON SONO ARRABBIATO. Siamo ciò che siamo in grado di sopportare. Confesso che questo non è certo un momento facile: insieme alle vicende che tutto il Paese sta vivendo e sopportando il 2020 mi ha presentato tanti cambiamenti e situazioni difficili da affrontare”, non è un periodo facile per Andrea Iannone che, oltre alla pandemia del coronavirus, sta affrontando un processo per doping e la fine della sua relazione con Giulia De Lellis, ultimamente molto vicina al suo ex Andrea Damante

Leggi anche > Coronavirus, autocertificazione spostamenti: scarica il nuovo modulo

Con un messaggio dal suo account Instagram ha spiegato che grazie a questi momento difficili ha potuto capire chi gli è veramente amico e soprattutto ha avuto la possibilità di confrontarsi con se stesso “Non ho visto il cambiamento come un limite ma un’opportunità – ha fatto sapere dal social -  per osservare e misurare, se stessi e gli altri. Oggi non sono arrabbiato, anzi, mi sento felice.

Per voi: ricevo migliaia di messaggi ogni giorno. Gente che mi sostiene, In quest’ultimo periodo ho misurato me stesso ma anche tutti quelli che mi sono stati accanto e chi invece non ha esitato ad allontanarsi. Affrontare il cambiamento non fa paura sapendo che siamo insieme. Affrontare tutto questo non fa paura a chi sa che ne uscirà a testa alta, comunque vada. Il mio vuole essere un messaggio anche per tutti voi: amate la vostra routine e chi ne fa parte, perché è su di loro che potrete costruire il vostro impero. Il mio consiglio? Iniziate! #maniac #ai29”.


Ultimo aggiornamento: Martedì 24 Marzo 2020, 17:38
© RIPRODUZIONE RISERVATA