Amici Celebrities, Francesca Manzini: «Ho iniziato a fare imitazioni per isolarmi dal male in casa»

Amici Celebrities, Francesca Manzini: «Ho iniziato a fare imitazioni per isolarmi dal male in casa»

Francesca Manzini, prima intervista in tv dopo Amici Celebrities per l'attrice e imitatrice romana. Figlia dello storico dirigente della Lazio, Maurizio Manzini, e grande tifosa biancoceleste, Francesca Manzini è stata ospite di Verissimo ha rivelato tanti aspetti della sua vita, anche molto dolorosi.

Leggi anche > Raz Degan a Verissimo: «Ho un nuovo amore, ma ci tengo alla privacy»



La prima domanda di Silvia Toffanin è quella che centra il punto: «Come e quando hai iniziato a fare le imitazioni?». La risposta di Francesca Manzini fa commuovere il pubblico. «Avevo otto anni, mi hanno aiutato i film d'autore di cui mia sorella era una grande appassionata. Mi chiudevo in camera, era il mio guscio, lo facevo per isolarmi dal male che c'era in casa. Tra i miei genitori c'era molta violenza psicologica, dei silenzi molto rumorosi» - spiega l'attrice e imitatrice - «Ho un ottimo rapporto con mia madre, con mio padre invece è diverso: è l'uomo che mi ha messo al mondo ma non ho mai avuto un vero e proprio rapporto con lui. Anche lui, però, mi ha cresciuta: sono diventata quello che sono anche per via di quello che ho vissuto, anche se lui per lavoro non era mai in casa».

L'infanzia difficile si è poi ripercossa su un'adolescenza molto turbolenta. «Iniziai a soffrire di anoressia e bulimia, sono stati anni duri. Iniziai a frequentare brutte compagnie, abusavo anche di alcol e droghe. Poi sono arrivata a farmi schifo e ne sono uscita, da sola» - confessa in lacrime Francesca Manzini - «Come si fa? La prima cosa è accettare che sia successo, poi bisogna riflettere, pensare e ascoltarsi. Vivere è bellissimo, all'epoca avevo pensato anche al suicidio ma tutti quei problemi mi hanno reso la persona che sono oggi».
Sabato 9 Novembre 2019, 17:50
© RIPRODUZIONE RISERVATA