Strage di Christchurch, il terrorista Brenton Tarrant condannato all'ergastolo

Strage di Christchurch, il terrorista Brenton Tarrant condannato all'ergastolo

Brenton Tarrant, l'australiano vicino all'estrema destra che nel 2019 assaltò una moschea a Christchurch, in Nuova Zelanda, è stato condannato all'ergastolo, senza possibilità di essere rilasciato. Il terrorista, responsabile della strage avvenuta il 15 marzo 2019, aveva assaltato prima una moschea e poi un centro islamico, uccidendo 51 persone e ferendone altrettante.

Leggi anche > Caso Blake, in Usa si fermano anche baseball e calcio. Osaka boicotta finale Open tennis



La condanna a Brenton Tarrant è stata decisa oggi dal giudice dell'Alta Corte di Giustizia di Christchurch, Cameron Mander. La sentenza non ha precedenti nella storia legale della Nuova Zelanda. Il giudice Cameron Mander ha definito Tarrant «malvagio» e «disumano» per il massacro.

Brenton Tarrant, australiano di 29 anni e suprematista bianco, aveva pianificato l'attacco in ogni dettaglio, già due anni prima di colpire in Nuova Zelanda. Con una telecamera posizionata sul casco che indossava, l'uomo aveva diffuso l'attacco in diretta streaming, come una sorta di videogame.
Ultimo aggiornamento: Giovedì 27 Agosto 2020, 13:20
© RIPRODUZIONE RISERVATA