Papà uccide il figlio di tre settimane perché geloso della compagna: «Non volevo passare la vita a pensare a lui»
di Alessia Strinati

Papà uccide il figlio di tre settimane perché geloso della compagna: «Non volevo passare la vita a pensare a lui»

Era geloso del suo bambino e non voleva passare la vita a occuparsi di lui, così lo ha ucciso. Denis Beytula, 27 anni, ha provato ad uccidere la compagna, Andreea Stefan, accoltellandola per sei volte nella loro casa a Wallsend, nel North Tyneside, per poi scagliarsi contro il figlio.

Leggi anche > Mamma picchia a morte il figlio e lo lascia morire nel letto da solo: «Si era sporcato i vestiti, ero furiosa»

L'uomo ha ammazzato il figlio di appena 3 settimane di vita perché era stato colto dal panico di non poter più avere una vita propria e indipendente. L'idea di dover provvedere al figlio per i prossimi anni lo ha spinto a farla finita e a sterminare la sua famiglia, come riporta anche la stampa locale. La compagna è riuscita a sopravvivere all'aggressione, mentre il piccolo non ce l'ha fatta. Pare che oltre al peso delle responsabilità, come movente nel delitto ci sia stata la gelosia.

Denis era profondamente geloso della compagna, vedendola concentrata sul loro bambino si è sentito spodestato dal suo ruolo e ha scelto di farlo fuori ed uccidere anche lei che, secondo il suo ragionamento, lo avrebbe mai più amato abbastanza. Un'idea folle alla base della strage che è costata al 27enne una condanna. Riconosciuto colpevole di omicidio e di tentato omicidio sovrà passare i prossimi 23 anni in carcere. 


Ultimo aggiornamento: Venerdì 20 Dicembre 2019, 17:56
© RIPRODUZIONE RISERVATA