Neonata sepolta viva in una pentola: l'ha trovata un padre che aveva appena perso sua figlia
di Silvia Natella

Neonata sepolta viva in una pentola: l'ha trovata un padre che aveva appena perso sua figlia

È sopravvissuta e cerca una famiglia la neonata sepolta viva poco dopo la nascita, a metà ottobre. La piccola è stata trovata in una pentola di terracotta da un uomo che, per ironia del destino, stava proprio seppellendo sua figlia. La storia arriva dal distretto di Bareilly, nello stato settentrionale dell'Uttar Pradesh, in India. La bambina è nata prematura ed è stata ricoverata in ospedale in condizioni critiche a causa di una setticemia e della conta piastrinica molto bassa. 

Leggi anche > Bambina di tre anni precipita dal quinto piano e muore: era sola in casa FOTO

Ora, fanno sapere i medici che l'hanno in cura, si è ripresa: ha aumentato il peso e respira normalente. Come sottolinea il Daily Mail, i suoi genitori non sono stati rintracciati e la bambina sarà data in adozione quanto prima. 
È viva per miracolo e grazie all'abitante del villaggio che ha sentito dei rumori sospetti, mentre stava dicendo addio alla sua bambina. Gli induisti non seppelliscono i morti, li cremano per purificarli, ma i bambini non necessitano delle fiamme perché agli occhi delle divinità non hanno commesso ancora alcun peccato. 



L'uomo ha scavato con la sua pala e ha colpito il recipiente di terracotta per recuperare la bambina in lacrime. 
La piccola, probabilmente nata a 30 settimane, pesava solo 1,1kg. «Martedì, quando l'abbiamo consegnata alle autorità dell'ospedale distrettuale, pesava 2,57 kg. Ora prende il biberon ed è totalmente in salute», ha detto il suo pediatra.

Non si conoscono le cause dell'abbandono, ma episodi simili accadono spesso in India. Le figlie femmine sono considerate una maledizione nelle località di provincia perché le famiglie povere non possono permettersi una dote. E per questo capita che se ne sbarazzino nei modi più terribili. 
 
Giovedì 5 Dicembre 2019, 17:14
© RIPRODUZIONE RISERVATA