Naomi Beckwith, la prima afroamericana al Guggenheim museum di New York: sostituirà la vicedirettrice accusata di razzismo
di Elena Benelli

Naomi Beckwith, la prima afroamericana al Guggenheim museum di New York: sostituirà la vicedirettrice accusata di razzismo

Naomi Beckwith, 44 anni, già esperta di arte contemporanea del Museo di Arte Contemporanea di Chicago - città di origine - è la nuova vice direttrice e curatrice in capo del Museo Guggenheim di New York. Si tratta della prima afroamericana a ricoprire un incarico di questo genere nella storia dell'istituzione e in quella del Paese. 

Entrerà ufficialmente in carica in giugno 2021, ma la sua nomina ha già fatto scalpore non solo per le origini, ma perché arriva a seguito di pesanti accuse di comportamenti razzisti indirizzate al museo e, in particolare, a Nancy Spector la vicedirettrice della quale prenderà il posto. 

Malgrado una apprezzata carriera ultratrentennale nel settore, Spector è stata più volte fatta oggetto di critiche, come quella di Chaedria LaBouvier, curatrice della mostra 2019 su Basquiat, che disse: «Lavorare con loro è stata l'esperienza professionale più razzista della mia vita». Le atmosfere concitate del Black Lives Matters hanno fatto il resto, coagulando le proteste nel documento "Per un miglior Guggenheim", firmato da decine di curatori d'arte che denunciavano un «ambiente di lavoro ingiusto che autorizza il razzismo, la supremazia bianca e altre pratiche discriminatorie».

«Non avrei accettato il lavoro se non fossi convinta della sincera volontà del Guggenheim di cambiare» ha spiegato Beckwith all'indomani della nomina (annunciata il 15 gennaio 2021). Dal canto suo il Museo - che ha promosso una inchiesta (senza riscontro alle accuse di LaBuvier) ed avviato un programma biennale di inclusione - sottolinea - per voce del direttore Richard Armstrong - come «L'esperienza di Naomi sarà preziosa per avanzare e ampliare le prospettive delle collezioni e della cultura del Guggenheim».

Nel nuovo ruolo la Beckwith avrà il controllo su raccolte, acquisti, mostre, pubblicazioni e programmi. Avrà inoltre la direzione strategica della rete dei musei di Bilbao, Venezia e, in futuro, Abu Dhabi.


Ultimo aggiornamento: Lunedì 18 Gennaio 2021, 23:12
© RIPRODUZIONE RISERVATA