Los Angeles, entra in un bar di universitari e spara. «Tredici morti». Era incappucciato e vestito di nero e non parlava

Los Angeles, entra in un bar di universitari e spara. «Tredici morti». Era incappucciato, vestito di nero e non parlava

  • 168
    share
Un uomo armato di pistola ha fatto irruzione aprendo il fuoco nel Borderline Bar & Grill, un bar e ristorante di Thousand Oaks, a 65 chilometri da Los Angeles. Le autorità locali hanno comunicato che ci sono 13 morti, tra cui 11 clienti, un vicesceriffo di 29 anni e l'assalitore. Quest'ultimo non è ancora stato identificato dalle autorità, ha aggiunto lo sceriffo Geoff Dean, precisando che l'Fbi sta partecipando alle indagini.
 .
 
 

«Quando gli agenti sono entrati nel locale, il sospetto era già morto», ha detto ancora lo sceriffo precisando di aver trovato una «scena terrificante, con sangue dappertutto». Riguardo al tipo di armi usate, al momento gli investigatori non hanno trovato un fucile d'assalto ma «solo una pistola». «Ma le cose possono sicuramente cambiare dopo una più accurata perquisizione dell'edificio», ha aggiunto lo sceriffo.

Secondo quanto riferito dai testimoni, l'aggressore ha esploso numerosi colpi di pistola e avrebbe anche lanciato alcune granate fumogene tra la folla che si trovava all'interno del locale. La polizia ha diramato un allarme invitando la popolazione a tenersi a distanza dall'area del locale. Nel locale 'Borderline bar & grill' di Thousand Oaks era in corso una festa di studenti del 'Country College'.  L'uomo armato, secondo i media locali, indossava una «maschera da sci sulla faccia, ma solo la metà inferiore» e un cappello da baseball nero. Sembrava sapere bene come ricaricare la sua arma e lo ha fatto con facilità.

Era incappucciato e vestito tutto di nero l'autore della sparatoria in un country bar della California e ha usato ordigni lacrimogeni e una pistola calibro 45.Lo riferiscono i media Usa. ll killer della sparatoria in un country bar della California è arrivato al locale con l'auto della madre e non ha detto nulla quando è entrato e ha cominciato a sparare. Lo riferisce il Los Angeles Times citando gli investigatori, che per ora non hanno alcuna idea sul movente e su eventuali legami col terrorismo. Pare che l'assalitore, che era pesantemente tatuato, non avesse addosso documenti di identificazione.

Giovedì 8 Novembre 2018 - Ultimo aggiornamento: 16:19
© RIPRODUZIONE RISERVATA
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE..
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti
DALLA HOME