Coronavirus in Spagna, 10mila casi in più di ieri: «È l'inferno, i malati muoiono soli». Polemica sui tamponi acquistati dalla Cina

Coronavirus in Spagna, 10mila casi in più di ieri: «È l'inferno, i malati muoiono soli». Polemica sui tamponi acquistati dalla Cina

Diecimila casi più di ieri. Sembra totalmente fuori controllo la situazione coronavirus in Spagna: i contagi continuano a crescere e da 47.610 di ieri a 56.188. I morti intanto superano i quattromila. L'ultimo bilancio del ministero della Sanità di Madrid parla di 4.089 decessi, 655 nelle ultime 24 ore. I casi di infezione sono più di 56.188 e, riporta El Pais, 31.912 sono ricoverate in ospedale, con 3.679 pazienti in terapia intensiva. Sono invece 7.015 le persone che sono state dimesse.


«In Spagna è l'inferno, i malati muoiono soli», dice il deputato del Ppd Gonzalez Pons. Intanto affiora sui principali quotidiani la questione dei test acquistati dalla Cina che però non sarebbero  funzionanti al 100%, come riportato da El Mundo, secondo il quale i test rapidi avrebbero una sensibilità solo del 30%. «I tamponi danno molte volte risultati negativi falsi - spiegano i responsabili sanitari - molti pazienti poi risultati positivi con verifiche più approfondite avevano avuto un esito del tampone negativo». 
 
 

 
Ultimo aggiornamento: Giovedì 26 Marzo 2020, 13:01
© RIPRODUZIONE RISERVATA