Baby star del violino trovata morta in casa: Katya, 17 anni, uccisa da un mix di cocaina e ketamina
di Domenico Zurlo

Baby star del violino trovata morta in casa: Katya, 17 anni, uccisa da un mix di cocaina e ketamina

Una ragazzina di 17 anni, baby prodigio del violino, Katya Tsukanova, è stata trovata morta in Inghilterra nella casa di suo padre a Kensington: una tragedia legata forse ad una overdose, pochi giorni dopo aver tenuto un concerto alla Royal Opera House.

Carola Rackete denuncia Salvini: «Chiudete i suoi profili social, istigano odio»
 
 

È successo lo scorso 18 giugno, ma i quotidiani britannici ne parlano oggi: il padre Igor, ricco filantropo ed ex banchiere, ha detto di aver trovato il cadavere della figlia nella casa di famiglia, dopo che la stessa era tornata da una festa con alcuni amici. «Era così felice, avrebbe avuto un brillante futuro», ha detto al Telegraph il signor Tsukanov.
 

La causa della morte potrebbe essere una nuova droga, la ‘Calvin Klein’. Un cocktail mortale di cocaina e ketamina, una ‘novità’ per Katya e le sue amiche, che ultimamente va forte tra i ragazzi di quell’età a Londra, ha fatto sapere una fonte anonima, vicina alla vittima, allo stesso Telegraph.

Nata a Londra e destinata al successo sin da bambina, la sua prima esibizione risale a quando aveva 5 anni: nel 2018 era stata nominata miglior giovane musicista dell’anno al festival Suoni dal Golfo di Lerici. Aveva da poco finito gli studi alla Wycombe Abbey School nel Buckinghamshire, scuola che fa i conti con la seconda tragedia in meno di un mese fa: un’altra studentessa, la 15enne Iris Goldsmith, ha perso la vita poche settimane fa nella fattoria di famiglia.
Venerdì 12 Luglio 2019, 10:25
© RIPRODUZIONE RISERVATA