Alec Baldwin, cosa è successo davvero. L'assistente alla regia ammette: «Non ho controllato la pistola»

Alec Baldwin, cosa è successo davvero. L'assistente alla regia ammette: «Non ho controllato la pistola»

L'Fbi sta analizzando un proiettile estratto dalla spalla del regista Souza

L'assistente regista del film 'Rust', David Halls, ha ammesso di non aver controllato tutte le pallottole della pistola di scena che lui stesso ha passato ad Alec Baldwin prima della tragedia che ha portato alla morte della cineoperatrice Halyna Hutchins. L'ammissione emerge dal verbale stilato dopo gli interrogatori seguiti al mandato di perquisizione.

 

Leggi anche - Alec Baldwin, l'ultima foto sul set di Halyna Hutchins prima di morire. «Il suo sangue era sulle mie mani»

 

«I fatti sono chiari: è stata data una pistola a Baldwin che era funzionale ed ha sparato una pallottola vera che ha ucciso Hutchins»: sono le parole dello sceriffo della contea di Santa Fe, Adan Mendoza, che, in una conferenza stampa ha spiegato che l'Fbi sta analizzando il proiettile estratto dalla spalla del regista Souza. È ancora giallo sulla tragedia consumata sul set del film "Rust", dove è morta la direttrice della fotografia Halyna Hutchins.

 

Nella conferenza stampa è intervenuta anche la procuratrice distrettuale, Mary Carmack-Altwies, che ha sottolineato che l'inchiesta è appena iniziata, che si stanno ascoltando decine di testimoni e che tutte le opzioni, comprese possibili incriminazioni, sono sul tavolo. «Se i fatti e la legge sostengono le accuse, io allora avvierò l'incriminazione - ha detto - non prendo decisioni affrettate».

 


Ultimo aggiornamento: Giovedì 11 Novembre 2021, 19:52
© RIPRODUZIONE RISERVATA