Morto Christo, aveva 84 anni: la sua passerella sulle acque del lago di Iseo fece boom nel 2016

È morto Christo, aveva 84 anni. L’artista, che nel 2016 aveva realizzato l’opera The Floating Piers nelle acque del Lago d’Iseo, è scomparso per cause naturali a New York. L’annuncio è stato dato dalla pagina Facebook Christo and Jeanne-Claude Official.
 
 
 

Sul Lago dʼIseo, la passerella di Christo è stata l'opera dʼarte più vista al mondo nel 2016. Circa 75.000 persone hanno camminato sull’installazione dell’artista bulgaro ideata dopo la morte di Jeanne-Claude, compagna di vita. Un autentico boom, con code interminabili e visitatori in arrivo da tutto il Mondo con un indotto milionario per l'intera zona del lago bresciano.

Christo Vladimirov Javacheff, questo il suo nome completo, «ha vissuto una vita piena, in cui non solo ha sognato ciò che sembrava impossibile, ma lo ha realizzato - si legge nell’annuncio -. Il lavoro di Christo e Jeanne-Claude ha unito le persone facendo condividere loro esperienze in tutto il mondo, la loro opera vive nei nostri cuori e nei nostri ricordi. Christo e Jeanne-Claude hanno sempre voluto che i loro lavori ancora in fase di realizzazione fossero portati avanti anche dopo la loro morte. Per volontà di Christo, "L’Arco di Trionfo impacchettato" a Parigi, Francia, resta in programma dal 18 settembre al 3 ottobre 2021».

Su facebook il governatore lombardo Attilio Fontana lo ricorda così: "La bellezza, la scienza e l'arte trionfano sempre" questa è la frase che spesso ripeteva Christo Vladimirov Javacheff, noto al grande pubblico semplicemente come Christo.
Il poliedrico artista contemporaneo che amava la Lombardia, oggi ci ha lasciato.
La sua opera, la sua passerella sul lago di Iseo ha permesso nel 2016 a migliaia di turisti provenienti da tutto il mondo di passeggiare sul nostro lago, di guardare la nostra terra, da un punto di vista diverso. L'arte non ha tempo, così come la nostra riconoscenza".

Ultimo aggiornamento: Domenica 31 Maggio 2020, 22:42
© RIPRODUZIONE RISERVATA