Smarrisce il cane in vacanza e si licenzia per poterlo cercare, Katie torna a casa dopo 57 giorni
di Alessia Strinati

Smarrisce il cane in vacanza e si licenzia per poterlo cercare, Katie torna a casa dopo 57 giorni

Si licenzia per ritrovare il cane smarritoCarole e Verne King, marito e moglie residenti nello Stato di Washington, negli Usa, non potevano accettare la perdita del loro border collie, Katie, di 7 anni, così hanno messo da parte tutto per ritrovare l'amato cane smarritosi durante una vacanza nel Montana.

Leggi anche > Tenta di strangolare il cane col collare a strozzo, ma viene filmata e arrestata



Per due mesi hanno cercato il loro amico a 4 zampe, un'attività molto intensa che ha persino portato la donna a licenziarsi. La costanza, la determinazione e l'amore hanno però avuto la meglio e dopo 57 giorni di ricerca incessante Katie è tornata a casa. La cagnolina era fuggita dopo un temporale mentre erano in vacanza in montagna, nella paura si è data alla fuga perdendosi tra i boschi.

I suoi padroni non si sono mai arresi e hanno provato di tutto: distribuito 500 volantini, usato occhiali speciali per le ricerche notturne, si sono persino fatti portare letame di cavallo, odore familiare alla cagnolina. Dopo una lunga ricerca hanno rievuto una chiamata di un uomo che aveva riconosciuto Katie dai volantini. Il cane è stato portato dal veterinario, era stanca e affamata, aveva perso 12 chili, ma nel complesso stava bene. Ora è tornata dai suoi padroni, segue una dieta speciale per tornare in forma, ma è di nuovo felice con la sua famiglia. 

 
Mercoledì 25 Settembre 2019, 14:15
© RIPRODUZIONE RISERVATA