Botti, strage di animali: almeno 400 tra cani e gatti morti, centinaia quelli scappati

Le regioni con il maggior numero di animali deceduti sarebbero la Calabria e la Sicilia, seguiti da Lombardia e Campania

Video

Strage di Capodanno per gli animali domestici terrorizzati per i botti che nonostante le varie ordinanze comunali vengono esplosi durante i festeggiamenti. Secondo i primi dati diffusi dall'Associazione Italiana Difesa Animali ed Ambiente nella notte di San Silvestro sono almeno 400 tra cani e gatti morti e centinaia quelli scappati di cui non si conosce la sorte. «Si tratta di un dato peggiore rispetto a quello dello scorso anno - sottolinea Aidaa - Anche se - fanno sapere gli animalisti - si tratta di un dato provvisorio. Le regioni con il maggior numero di animali deceduti sarebbero la Calabria e la Sicilia, seguiti da Lombardia e Campania».

 

Leggi anche > Botti di Capodanno, feriti gravi a Taranto e Ascoli. Neonato ustionato

 

 

 

 

Lo scorso Capodanno, a Roma migliaia di storni morirono a causa dei fuochi d'artificio: svegliati improvvisamente dai botti, andarono a morire in preda al terrore schiantandosi contro palazzi, cavi elettrici, piloni. Per questo fin dalle 20 del 31 dicembre l'unità di emergenza Lav e il team Investigazioni, assieme ai volontari della sede di Roma, hanno pattugliato le zone della Stazione Termini e limitrofe. «Fortunatamente però, non si è replicato il massacro accaduto lo scorso anno e quindi non c'è stata la necessità di intervenire» ha spiegato la Lav.


Ultimo aggiornamento: Domenica 2 Gennaio 2022, 14:46
© RIPRODUZIONE RISERVATA