Eataly, degustazioni e incontri per il mese del vino: negli store arriva l'eccellenza dei vignaioli indipendenti
di Sabrina Quartieri

Eataly, degustazioni e incontri per il mese del vino: negli store arriva l'eccellenza dei vignaioli indipendenti

Alla corte delle leccornie italiane atterrano i re e i principi del vino contadino di qualità. Per tutto il mese di settembre, infatti, quando è tempo di vendemmia, Eataly torna a farsi ambasciatrice della cultura del buon bere. Stavolta, i protagonisti delle enoteche degli store saranno i produttori artigiani con le loro etichette: ben 37 vini, solari e marini, di pietra e vento, che rappresentano lo Stivale da Nord a Sud, e che sono stati premiati dall’autorevole guida Slow Wine. Perché le bottiglie selezionate cantano le gesta di eroici vignaioli indipendenti, da sempre custodi di antichi saperi tramandati tra le generazioni. E saranno proprio le loro storie ad animare gli spazi Eataly nelle prossime settimane. Esistenze che parlano di passione per la propria terra e per le uve, cresciute spesso su appezzamenti scoscesi e impervi e, il più delle volte, coltivate senza macchinari, a mano nuda, con non pochi sacrifici.
 
Se è vero che il vino è di tutti, di chi lo crea, lo beve, lo racconta, lo conosce e di chi vuole saperne di più, non mancheranno le iniziative a tema dedicate lungo l'intera Penisola (i prodotti resteranno disponibili negli store e nei menu dei ristoranti interni). La prima tappa della maratona di incontri e degustazioni è Roma: giovedì 6 settembre alle ore 19, al secondo piano dell’Enoteca di Eataly Ostiense, si terrà l’"Aperitivo con i vignaioli indipendenti", una tavola rotonda di riflessione sugli elementi che hanno determinato la rinascita del vino italiano. Un dibattito condotto da Francesca Rocchi, Slow Food Italia, e dal giornalista enogastronomico Fabio Turchetti, che coinvolgerà coloro che seguono in prima persona tutta la filiera della produzione del vino, dalla vigna alla cantina.
 
Artigiani che osservano un rigoroso codice enologico, e che sono sempre più figure centrali delle tendenze legate al buon bere. Come Walter Massa, il piemontese a cui si deve la riscoperta del Timorasso; Gaetano Morella, protagonista del recupero degli antichi alberelli nella terra tarantina; il poeta Ampelio Bucci e il vulcanico Ciro Picariello, che tanto hanno fatto per le loro zone: Marche e Campania; Emidio Pepe, iconico produttore abruzzese che ha rilanciato il Montepulciano e il Trebbiano d’Abruzzo come vini da invecchiamento; Luca Ferraro, uno dei primi a riproporre il Prosecco Colfondo secondo il metodo ancestrale; Francesco De Franco, tra i protagonisti della Cirò Revolution; i Logi, pionieri della riscoperta della Vernaccia di San Gimignano; i fratelli Pelizzatti Perego e Ermes Pavese, in rappresentanza, rispettivamente, di Valtellina e Valle D'Aosta, zone di aspra viticoltura di montagna.
 
«Ringraziamo Eataly per la visibilità che dà alla nostra associazione con questa iniziativa alla quale partecipo con vero piacere», afferma Matilde Poggi, presidente FIVI, Federazione Italiana Vignaioli Indipendenti. Un’entità che oggi riunisce quasi 1.200 produttori che coltivano le loro vigne, vinificano l’uva di proprietà, imbottigliano il vino che producono e curano personalmente la vendita dello stesso, sotto la propria responsabilità, con il loro nome e la loro etichetta. Imprenditori che rappresentano tutte le regioni italiane per un totale di 11mila ettari di vigneto condotti per il 51% in regime biologico-biodinamico e per il 49% secondo i principi della lotta integrata.
 
Tornando ai tanti eventi organizzati per onorare il mese del vino, si ricordano: l’aperitivo speciale nella Terrazza vista mare di Eataly Bari il 7 settembre, quando, in occasione della Wine Night, friselle, salumi e formaggi saranno abbinati ai grandi vini italiani. Ancora: la serata da Eataly Milano Smeraldo, che prevede per il 10 settembre una cena esclusiva con quattro champagne della Maison Bruno Paillard; l'appuntamento con la grande festa della Vendemmia di Eataly Trieste il 20 e 21 settembre; il ciclo di corsi degustazione dedicati al Triple A e non solo, nello store di Genova; la cena stellata, con vecchie annate abbinate, il 19 settembre al Wine Bar Pane&Vino del punto vendita di Torino; infine, per i più coraggiosi, l'iniziativa “Vini al buio”, a cui si può partecipare in tutte le enoteche Eataly: per una volta, non sarai tu a scegliere il vino. Solo lui potrà volere te. Per informazioni sul programma: www.eataly.it.
Martedì 4 Settembre 2018 - Ultimo aggiornamento: 05-09-2018 09:51
© RIPRODUZIONE RISERVATA
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE..
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti
DALLA HOME