Rotterdam, il pullman finisce in acqua: ma è solo il tour della città con il bus anfibio
di Sabrina Quartieri

Rotterdam, dal giro per le vie del centro alla crociera sul fiume, ma rimanendo sempre a bordo: il tour è sull’autobus anfibio

Un attimo prima si percorrono le strade del centro città; il momento dopo si fa un tonfo nell’acqua e si inizia la navigazione in compagnia di altre imbarcazioni. L’insolita “corsa” è a Rotterdam, a bordo di un autobus anfibio adatto a muoversi sull’asfalto, ma anche sul letto dei fiumi.
 
 

Come il Nuova Mosa, che attraversa la metropoli olandese e spesso ospita proprio il lungo veicolo giallo pieno di curiosi che si godono il tragitto. La crociera, una proposta di “Splashtours”, è una delle attrazioni più amate da chi vuole andare alla scoperta della città che vanta il porto più grande d’Europa. L’originale esperienza si divide in due parti: la prima consiste nel classico percorso su gomma per ammirare i luoghi più iconici della metropoli trendy dei Paesi Bassi, dal ponte Erasmusbrug alla torre Euromast, fino alle case progettate sul finire degli anni ’70 dall’architetto Piet Blom.

Riconoscere questi edifici non sarà difficile, visto che sono tutti a forma di cubo inclinato di 45 gradi e hanno delle facciate color giallo sgargiante. Vederle dal vivo è un’occasione da non perdere, perché sono ancora considerate tra le opere architettoniche più interessanti di Rotterdam. Trascorsa la prima ora sul bus, arriva il momento tanto atteso (e forse anche un po’ temuto da chi si trova a bordo per la prima volta), dell’ingresso in acqua. O del “tonfo”, che con uno start decisamente esilarante e adrenalinico dà il via alla seconda parte dell’escursione, con la navigazione sul fiume fino all’“Hotel New York”. Una struttura che vale la pena raggiungere, per le sue affascinanti decorazioni tipiche dello “Jugendstil”, e per la storia straordinaria del luogo: dal molo Wilhelmina, vicino a quella che un tempo fu la sede della “Holland America Line”, per un secolo partirono, infatti, verso l’America in cerda di fortuna, decine di migliaia di persone.

L’ultima nave salpò nel 1971. In seguito la “casa” della compagnia di navigazione venne trasferita altrove e l’edificio che l'aveva ospitata rimase vuoto. Ma solo fino al 1993, quando fu ribattezzato “Hotel New York”. La crociera, divertente e stravagante, regala anche una vista mozzafiato, dall’acqua, dell’impressionante skyline dalle audaci strutture. Tanto da aver fatto conquistare a Rotterdam, già capitale olandese dell’architettura, il titolo di “Manhattan sulla (Nuova) Mosa”.

Intanto, i tour sull’autobus anfibio, al momento interrotti a causa dell’emergenza sanitaria in corso per il Coronavirus, si preparano a tornare con dei veicoli sicuri e a norma rispetto alle misure anti-Covid: «Faremo di nuovo “splash” insieme», promettono gli organizzatori sul sito di prenotazione, comunicando come ripartenza la data del prossimo primo giugno. 
 
 
Ultimo aggiornamento: Lunedì 11 Maggio 2020, 17:23
© RIPRODUZIONE RISERVATA