Sinner rinuncia alle Olimpiadi: «Ho bisogno di tempo per sviluppare il mio gioco»

Sinner rinuncia alle Olimpiadi: «Ho bisogno di tempo per sviluppare il mio gioco»

L'Italia che prenderà parte alle Olimpiadi di Tokyo 2020, continua a perdere pezzi: dopo il forfait della lunghista Larissa Iapichino, infortunatasi a Rovereto negli scorsi giorni, arriva anche il secondo "ritiro", ed è quello dell'altoatesino Jannik Sinner, numero 23 del mondo nel ranking Atp, che però non arriva per motivi fisici, ma tutt'altro.

 

«Ora crescere»

«Non è stata una decisione facile da prendere ma ho deciso di non partecipare ai Giochi Olimpici quest'anno. Rappresentare il mio paese è un privilegio ed un onore e spero di poterlo fare per tanti anni - scrive sul suo profilo Instagram ufficiale il 19enne di San Candido, che continua -. La decisione è stata dettata dal fatto che non ho giocato il mio miglior tennis durante gli ultimi tornei e devo concentrarmi sulla mia crescita. Ho bisogno di questo tempo per lavorare sul mio gioco». Non un infortunio, quindi, nè tantomeno un esagerato numeri di impegni. Jannik torna ai fondamentali per ripartire da zero, quei fondamentali che non l'hanno accompagnato nelle recenti premature uscite ai tornei "erbivori" di Wimbledon e Queen's.

 

 

 


Ultimo aggiornamento: Sabato 3 Luglio 2021, 13:20
© RIPRODUZIONE RISERVATA