F1, le pagelle del Gp di Gran Bretagna: Hamilton al top, Ferrari inadeguata
di Piergiorgio Bruni

F1, le pagelle del Gp di Gran Bretagna: Hamilton al top, Ferrari inadeguata

Le pagelle del Gran Premio di formula 1 in Gran Bretagna vinto da Hamilton

HAMILTON – voto 8 Il record di successi ottenuto da Michael Schumacher (91) è ormai a 4 passi. Sicuramente è fortissimo, certamente non ne sbaglia una, ma ha sempre una dose smisurata di fortuna. Con la C, rigorosamente maiuscola. GASTONE
GASLY – voto 7.5 Premessa: guida un AlphaTauri, ex Toro Rosso. Fa tante cose carucce, tra cui superare la Ferrari di Vettel con nonchalance e infastidire Renault e Racing Point. Vuole il sedile della Red Bull e si vede. Lo avrà. ARREMBANTE
LECLERC – voto 7 Famelico, come ogni dipendente Ferrari dovrebbe essere. Sale sul podio grazie alla foratura di Bottas, ma è bravo a farsi trovare lì. Il suo weekend, comunque, va ben oltre le aspettative della vigilia. STRATEGICO
GIOVINAZZI – voto 6.5 Nonostante la penalizzazione di 5 secondi, disputa una gara davvero grintosa. La C39 è palesemente nata male, lui però fa sempre di tutto per nascondere difetti e mancanze. Del motore. VOLITIVO
MCLAREN – voto 6 Non si conferma così performante come accaduto durante le scorse settimane. Manca del passo gara e pure i piloti, solitamente aggressivi in pista, sembrano abbastanza svogliati. RIVEDIBILE
RAIKKONEN – voto 5.5 Sicuramente l’Alfa Romeo non è una scheggia, però il vecchio Iceman appare piuttosto scarico. In gara non brilla, in qualifica non punge e il compagno di team lo batte puntualmente. CALANTE
ALBON – voto 5 Brutta qualifica, pessima gara. L’andazzo intrapreso dal canadese non fa ben sperare per il futuro. E le voci di una sua imminente sostituzione con Gasly si fanno sempre più insistenti. E, forse, anche giuste. FRASTORNATO
FERRARI – voto 4.5 Dispiace bocciarla sistematicamente, ma è inammissibile vederla arrancare nelle retrovie. Ogni gran premio, che tocchi a Leclerc oppure a Vettel, è un calvario che immalinconisce i tifosi della Rossa. INADEGUATA

Ultimo aggiornamento: Domenica 2 Agosto 2020, 17:19
© RIPRODUZIONE RISERVATA