Milan-Monza 4-1, le pagelle: Brahim Diaz monumentale. La prima di Origi non si scorda più...

Milan-Monza 4-1, le pagelle: Brahim Diaz monumentale. La prima di Origi non si scorda più...

di Luca Uccello

TATARUSANU 6,5

Un pomeriggio da portiere decisamente impegnato, gol preso compreso

DEST 5

Per evitare querele o denunce non facciamo ancora paragoni con il passato. Ci mancherebbe. Dietro poi è tutto da rivedere (46’ Kalulu 6: entra e salva subito un possibile gol di Caprari)

KJAER 6

Un errore nel primo tempo al quale rimedia Tatarusanu. Poi normale amministrazione (60’ Gabbia 6: trenta minuti di gran lavoro perché il Monza non molla niente)

TOMORI 6

Copia e incolla. Un errore nel primo tempo al quale rimedia Tatarusanu. Poi normale amministrazione

THEO HERNANDEZ 6,5

Corre sempre più veloce di tutti i suoi avversari. E nel finale regala pure un assist vincente

BENNACER 6

Prova a mettere ordine, a ragionare su ogni pallone. Ma da solo è più dura del solito. Ma strappa la sufficienza con i denti come qualche pallone là in mezzo al campo

POBEGA 5

In mezzo al campo non è lui a comandare e nemmeno il suo compagno. In novanta minuti non riesce a trovare la posizione

MESSIAS 5

Non sembra essere mai nemmeno sceso in campo

BRAHIM DIAZ 8

Quando vuole riesce a essere imprendibile ancor di più di Rafael Leao. Come con la Juventus è decisivo per il suo Milan. Il primo è un gol da vero numero 10, il secondo da grande numero 9. Esce toccandosi l’adduttore della gamba sinistra. Speriamo bene… (52’ De Ketelaere 5: Ancora troppo timido per questo Milan, per questi 72mila di San Siro)

REBIC 5,5

Ante fa sempre meglio quando subentra dalla panchina (60’ Rafael Leao 6: Theo gli regala una rete facile, facile)

ORIGI 7

Battezza il suo esordio a San Siro con una bomba sotto l’incrocio dei pali. Ma non solo: l’assist per la seconda magnifica rete di Brahim Diaz è suo. Promosso a pieni voti (78’ Vranckx ng)

PIOLI 6,5

L’obiettivo era vincere senza rischiare, senza correre nemmeno troppo perché martedì c’è un appuntamento quasi decisivo in Champions League. Con o senza Brahim Diaz? Questo potrebbe fare sicuramente la differenza…


Ultimo aggiornamento: Domenica 23 Ottobre 2022, 19:59

© RIPRODUZIONE RISERVATA