Le pagelle di Fiorentina-Inter 1-3: Handanovic un muro, Dzeko determinante. Gonzalez flop
di Daniele Petroselli

Le pagelle di Fiorentina-Inter 1-3: Handanovic un muro, Dzeko determinante. Gonzalez flop

Al Franchi finisce 1-3 tra Fiorentina e Inter nel quinto turno di Serie A 2021: i nerazzurri di Simone Inzaghi si riprendono la vetta momentanea della classifica. Viola che parte forte, crea occasioni e passa al 23' con Sottil, mentre la squadra di Inzaghi si vede annullare una rete al 38' per fuorigioco. Nella ripresa però i nerazzurri la ribaltano in tre minuti con Darmian (52') e Dzeko (55'), per poi chiudere i conti all'87' con Perisic. Espulso nel finale Gonzalez per la Viola.

 

PAGELLE FIORENTINA

Dragowski 6: sempre molto attento quando c'è da chiudere lo specchio della porta agli avversari. Una sicurezza il polacco, che può poco sulle reti degli avversari.

Benassi 5.5: dalla sua parte agisce Perisic e a volte fa fatica a contenerlo. Ci mette il cuore ma il compito è arudo, forse troppo. (dal 20' st Odriozola 5.5: tenta qualche sortita sulla fascia, ma l'Inter difficilmente lascia spazi interessanti da sfruttare)

Milenkovic 5: non una serata tranquilla, anche se per quasi un tempo lui, come i compagni, la trasforma così. Rovina tutto a inizio ripresa quando dà il via al gol del pari e si perde Dzeko sull'angolo che porta al 2-1.

Nastasic 5.5: bravo non solo a chiudere gli spazi, ma soprattutto lotta senza sosta contro Dzeko, ma solo per un tempo. Cala vistosamente nella seconda parte.

Biraghi 5.5: il capitano si vede in fase di spinta ma soprattutto in chiusura, dove spesso incontra Lautaro. Tanta fatica al ritorno in campo, quando è tutta la Fiorentina a subire fisicamente la reazione interista.

Bonaventura 5.5: molto attivo, soprattutto nella prima parte dell'incontro, dove il pressing asfissiante della squadra di Italiano ha gioco facile. (Dal 39' st Kokorin sv)

Torreira 5.5: è lui a dare le geometrie al centrocampo della Viola. Lo fa molto bene, anche se spesso si perde in lucidità quando recupera palla e c'è da ripartire in maniera intelligente. (Dal 20' st Amrabat 5.5: si limita a gestire e a provare a dare ampiezza all'azione dei suoi)

Duncan 6: tutta corsa e grinta, sfiora anche una rete da antologia con un siluro da fuori area nel primo tempo. E' l'ultimo a mollare. (Dal 39' st Callejon sv)

Sottil 6.5: una freccia sul lato destro, che crea molti problemi. Il gol è la logica conseguenza dell'ottimo dinamismo che mette in campo. Dopo il vantaggio però spesso sbaglia l'ultimo passaggio che potrebbe creare opportunità per gli attaccanti. (Dal 29' st Saponara 5: impalpabile)

Vlahovic 5.5: Skriniar e De Vrij gli si attaccano addosso non appena tocca palla, lui lotta e fa a sportellate dal primo minuto, cercando bei duetti con Gonzalez ma anche di aprire il gioco della sua squadra. Ha diverse opportunità ma trova anche un Handanovic in grande serata.

Gonzalez 5: duetta come se conoscesse da sempre Vlahovic, poi quando c'è da giocare in campo aperto spesso è una furia. Forse troppo, perché ogni tanto si perde sul più bello. Due gialli, di cui l'ultimo evitabilissimo per gli applausi ironici all'arbitro.

Italiano 5: una meraviglia la Fiorentina per 45', ma ancora una volta la condizione fisica molla i suoi sul più bello. C'è ancora da lavorare, ma a sprazzi si vede una squadra ottima.

 

PAGELLE INTER

Handanovic 7.5: un inizio di stagione sottotono, ma al Franchi lo sloveno si ritrova, sfoderando diverse parate decisive, soprattutto nella prima parte di gara.

Skriniar 6: lotta, ma il giallo rimediato a inizio match un po' lo condiziona. In crescendo nella ripresa.

De Vrij 6: parte e per poco non fa subito la frittata, concedendo una palla velenosa a Gonzalez. Cresce col passare dei minuti, ma quanta fatica nei primi 45'.

Bastoni 6: dal suo lato passa spesso Sottil e si fa bucare in qualche occasione. Cresce però col passare dei minuti.

Darmian 6.5: si vede davvero poco davanti, ben chiuso dalla difesa di casa. Ma quando arriva sulla trequarti è pericoloso. Il gol è merito di una scelta giusta dei tempi e grande determinazione. (Dal 20' st Dumfries 6.5: entra subito con forza, mettendo in crisi la fascia sinistra viola)

Barella 7: è il migliore dell'Inter e Italiano lo sa, tanto che il pressing nei suoi confronti è asfissiante. E così va in crisi anche uno dinamico come lui. Ci prova a giocare di prima, con risultati altalenanti. Cresce decisamente nella ripresa, quando ritrova il piglio giusto. Perfetto nell'assist del pari, così come quello per Lautaro che spreca il tris. (Dal 25' st Vecino 6: controlla in mezzo al campo e si vede anche in qualche contropiede, quando prova a lanciare i suoi verso il tris)

Brozovic 6.5: poco presente nella prima fase, sbanda ma poi trova i ritmi giusti. Dai suoi piedi comincia la reazione dell'Inter, poi si limita nelle cose semplici ed esce nel finale.

Calhanoglu 5.5: come gli capita spesso, si accende a intermittenza, ma scompare nelle fasi più delicate. E questo uno come lui non può permetterselo. (Dal 38' st Gagliardini 6: giusto in tempo per l'assist a Perisic per il tris dell'Inter)

Perisic 7: come tutti subisce la veemenza dell'attacco viola ma poi prende fiducia ed è uno dei più pericolosi dei suoi. E' lui che procura l'autogol che non viene convalidato (giustamente) dal Var nel primo tempo ma si rifà nella ripresa con il tris che chiude la partita. Ottimo anche quando c'è da chiudere dietro.

Dzeko 6.5: quasi sempre spalle alla porta e subisce gli anticipi dei difensori avversari, mostrando una macchinosità eccessiva nei movimenti. Poi gli bastano pochi minuti della ripresa per cambiare non solo le sorti della sua partita ma anche dell'Inter. Prima l'invenzione per Barella in occasione del pari, poi la rete di testa. (Dal 25' st Sanchez 5.5: qualche scatto e niente di più)

Lautaro Martinez 5.5: inizialmente troppo contratto, poi si scioglie e prova a dare vivacità all'attacco interista. Qualche spunto interessante, limitato dagli avversari anche con interventi al limite. (Dal 38' st Dimarco sv)

Inzaghi 7: l'Inter sa soffrire ma poi è capace di ribaltare con i suoi uomini migliori una partita complicata. Vittoria di forza convincente.


Ultimo aggiornamento: Mercoledì 22 Settembre 2021, 06:50

© RIPRODUZIONE RISERVATA