Golf Masters Tournament 2019, appuntamento con la storia per Molinari: favorito contro l'idolo Tiger Woods

Golf Masters Tournament 2019, appuntamento con la storia per Molinari: favorito contro l'idolo Tiger Woods

La prima volta ad Augusta, nel 2006, Francesco Molinari indossò la tuta bianca da caddie, al fianco del fratello Edoardo e contro il campione in carica Tiger Woods. Sono passati tredici anni da allora, e adesso il fuoriclasse italiano è il grande favorito al successo nel Masters Tournament 2019, il major più importante del golf.

Pronto a vestire, per la prima volta in carriera, la mitica Green Jacket simbolo del torneo. Una favola a cui manca solo il lieto fine. Un sogno che davvero potrebbe trasformarsi in realtà. Un'altra prova straordinaria per l'azzurro nel «Moving day» del Masters. Con il «re» della Ryder Cup che ha chiuso la terza manche in 203 (-13) colpi, da solo in vetta alla classifica. E quando manca solo un giro dal termine, il piemontese vanta due colpi di vantaggio su Tony Finau, protagonista di una grande rimonta, e Tiger Woods, entrambi secondi con 205 (-11). Il destino, dopo la Ryder Cup 2018, che ha visto uscire Woods sconfitto in tutti e tre i match di doppio con «Chicco» Molinari (sempre affiancato da Tommy Fleetwood), ha voluto che i due si rincontrassero e sfidassero. Il beniamino, Molinari, contro l'idolo: Woods.

Finale davvero show ad Augusta, con «Laser Frankie» (uno dei tanti soprannomi affibbiati a Molinari) a caccia del secondo trionfo Major dopo quello 2018 nell'Open Championship. «Sono davvero felice di come ho giocato - le dichiarazioni dell'azzurro -, ho commesso qualche sbavatura che ho cercato di recuperare in fretta. Le seconde nove buche del giro, quelle che spesso fanno la differenza, le ho affrontate nel migliore dei modi. Ho un piano e delle idee da perseguire. Io e Tiger continuiamo ad incontrarci in queste occasioni, è davvero un piacere farlo. Vediamo come andrà, la cosa importante sarà entrare in campo e preoccuparmi solo del mio destino».

Quarantatré buche giocate ad Augusta, nel tempio del golf, senza bogey. Erano venticinque anni che nessun player faceva registrare un'impresa simile nel torneo dei tornei. E adesso Molinari è il grande favorito al titolo, anche per i bookmaker. Parziale di 66 (-6) per il piemontese, il migliore realizzato dall'azzurro in questi tre giorni di gara. La sfida per la Green Jacket sembra essere ristretta a solo quattro giocatori. Con Molinari, Woods e Finau, è pronto a far la voce grossa anche Brooks Koepka, autentico specialista dei Major (tre successi). L'americano è quarto (206, -10) con tre colpi da recuperare all'azzurro. Che alla buca 18 è stato accolto da una standing ovation del pubblico di Augusta.

L'appuntamento con la storia per Molinari è fissato per le 15:20 (ora italiana) di oggi pomeriggio. Con le difficili condizioni meteo che hanno costretto gli organizzatori ad anticipare la battaglia.
Molinari e Woods saranno gli ultimi a scendere in campo. Con loro anche il possibile terzo incomodo, Finau, che nel terzo round (con un parziale di 64, -8) ha sfiorato il record del percorso.

© RIPRODUZIONE RISERVATA