Ditonellapiaga, il diario di Sanremo su Leggo: «La profezia dei cioccolatini all’arrivo nella città dei fiori»

Ditonellapiaga, il diario di Sanremo su Leggo: «La profezia dei cioccolatini all’arrivo nella città dei fiori»

di Ditonellapiaga

Giorno di partenza con destinazione: riviera dei fiori! Al contrario dei pronostici, la notte si è dimostrata benevola, lasciandomi dormire in una principesca serenità che manco la bella addormentata nel bosco. Mi sveglio riposatissima, tutta inebriata di quella calma zen che mai ho avuto nella vita e che può solo preannunciare un imminente crollo psicologico (ma speriamo si tratti di un falso pronostico anche in questo caso). 

Sanremo 2022. Da Amadeus a Zanicchi, dai Måneskin al sesso: tutte le parole chiave dell’edizione numero 72

Colazione, un saluto alla famiglia sventolando il fazzoletto fuori dal finestrino e si parte per la traversata di ben 650 km. Regioni attraversate: Lazio, Toscana, Liguria. Appena approdati in quest’ultima scatta il paninazzo ignorante, perché va bene che bisogna stare attenti alla linea, ma c’è sempre bisogno della giusta energia per affrontare la settimana centrifuga della musica italiana.

Sanremo 2022: i cantanti e le canzoni in gara nel Festival di Amadeus

In cerca di un ennesimo pronostico mi giustifico l’ennesimo sgarro concedendomi uno di quei famosi cioccolatini accompagnati da un biglietto che come un oracolo di Delfi, quasi “Mocciano”, mi regala la seguente sentenza: “In questo mondo ottieni solo ciò che stai cercando”. L’ingresso alle porte della città dei fiori non poteva essere più emozionante, tutti carichi come non mai, pronti a rendere giustizia all’oracolo di Perugia.


Ultimo aggiornamento: Martedì 1 Febbraio 2022, 14:35
© RIPRODUZIONE RISERVATA