Sanremo 2022: i cantanti e le canzoni in gara nel Festival di Amadeus

Sanremo 2022: i cantanti e le canzoni in gara nel Festival di Amadeus

di Totò Rizzo Rita Vecchio

Sono venticinque i cantanti di Sanremo 2022. Sul palco del teatro Ariston presenteranno altrettante canzoni, tutte molte attese. Anche in questa settantaduesima edizione Amadeus, conduttore e direttore artistico del Festival, è stato molto attento a creare un mix vincente di partecipanti storici e giovanissimi, alcuni provenienti dai quei "talent" che riempiono le nostre Tv e i social, altri dalla storia della nostra musica, altri ancora dalla storia stessa del Festival di Sanremo. Di seguito trovate tutti i testi delle canzoni di Sanremo 2022

Leggi anche > Sanremo 2022, le date, le canzoni, i cantanti big, le conduttrici e Fiorello: quello che c'è da sapere sul Festival di Amadeus

AKA 7EVEN (21) (Il testo della canzone di AKA 7EVEN

“Perfetta così”

Esce dall’accademia di “Amici” della De Filippi e debutta al festival con un brano che ha tutte le carte in regola per piacere, trascinante, con qualche eco brit-pop. C’è della qualità e anche una certa stoffa.

ANA MENA (24) (Il testo della canzone di ANA MENA )

“Duecentomila ore”

La bionda andalusa va al festival dopo gli sfracelli estivi dei tormentoni con Rocco Hunt che le firma anche questo brano, un motivetto che ronza subito nelle orecchie e va giù come il Cuba libre citato nel testo.

MICHELE BRAVI (27) Il testo della canzone di Michele Bravi

"Inverno dei fiori”

L’ex rivelazione di “X Factor” batte ancora il sentiero del diario personale cui confidare le proprie fragilità. E dunque il brano è delicato, intimista, anche se forse non basta una bella impronta autorale.

DARGEN D’AMICO (41) Il testo della canzone di Dargen D'Amico

“Dove si balla”

Fottitene e balla è l’invito del più “maturo” fra gli esordienti all’Ariston con un cotè di dj, musicista, produttore, talent scout, discografico, rapper. Stavolta si butta nelle mischia con un pretesto dance ma sotto il binomio freschezza-ritmo c’è spessore.

Leggi anche > I testi delle canzoni del Festival di Sanremo 2022

DITONELLAPIAGA/RETTORE (24/66)  Il testo della canzone di Ditonellapiaga / Rettore

“Chimica”

Due generazioni a confronto, due monellissime che escono fuori la linguaccia davanti al perbenismo, al sexually correct e la chimica è ovviamente quello che si scatena tra testa e sensi. Un “marameo” che sa di anni ’80.

ELISA (44)   Il testo della canzone di Elisa

“O forse sei tu”

L’artista che a buon motivo potrebbe essere ormai considerata una “signora” della nostra canzone punta tutto su una ballad intensa, di bella forza emotiva, il cui unico effetto speciale è una voce che come sempre ha una forte fascinazione.

EMMA (37)   Il testo della canzone di Emma

“Ogni volta è così”

A dieci anni dalla vittoria, torna con una ballad energica, trascinante che mette a profitto una voce che ormai padroneggia e che dunque sa come far trascolorare dall’impeto rock ai registri più morbidi della melodia.

GIUSY FERRERI (42)   Il testo della canzone di GIUSY FERRERI

“Miele”

Un po’ latina e un po’ retrò, si affida a Takagi e Ketra che l’hanno spinta verso i tormentoni estivi: nulla di memorabile ma lei se la cava alla grande con quel timbro unico che forse sarebbe più utile mettere a servizio di qualcosa che memorabile rimanga.

HIGHSNOB E HU (36/27)  Il testo della canzone di HIGHSNOB E HU 

“Abbi cura di te”

Lui rapper, lei voce che vira sulla scia della melodia: l’ispirazione è intensa, il mix ha una sua bella energia, un’interessante forza attrattiva. Il tema, poi, è di quelli universali: amore tossico (ma senza rancori finali).

IRAMA (26)  Il testo della canzone di Irama 

“Ovunque sarai”

Irama, dalle mille sfaccettature, stavolta si dà a una ballad quasi “francescana”, mistica che potrebbe piacere “urbi et orbi”. La linea melodica ha un suo perché e l’orchestra potrebbe esserne il valore aggiunto.

ACHILLE LAURO (31)   Il testo della canzone di ACHILLE LAURO

“Domenica”

Ironico come sempre, citazionista come sempre, anche un po’ ruffiano sulla falsariga di sue hit di successo. Tra un ammiccamento e un fischiettio, qui il valore aggiunto potrebbe essere il coro gospel che si porterà sul palco.

MAHMOOD E BLANCO (31 E 18)  Il testo della canzone di MAHMOOD E BLANCO

“Brividi”

Il pianoforte e gli archi attraversati da refoli urban. Magari ti aspetteresti qualcosa di più trasgressivo da un duo così ma la miscela è perfetta, l’equilibrio delle voci pure e il tema, quello dell’inadeguatezza dell’amore nel rapporto con l’altro, assolutamente attuale. Funzionerà.

GIANNI MORANDI (77)  Il testo della canzone di Gianni Morandi

“Apri tutte le porte”

La terza (quarta? quinta? sesta?) giovinezza dell’ex ragazzo di Monghidoro affidata a Jovanotti. Ottimismo, speranza, voglia di farcela su un’onda che occhieggia ai favolosi Sessanta, con Morandi ben centrato e un’atmosfera contagiosa di la-la-la-la-la-la-la-la l’allegria, yu-ù…

FABRIZIO MORO (46)  Il testo della canzone di Fabrizio Moro

“Sei tu”

Quando dice che da lui non bisogna per forza aspettarsi proclami, da quel palco, ha ragionissima. E dunque arriva all’Ariston finalmente senza rabbia, con un brano melodico molto ispirato con il quale sa anche scavare in profondità. Convince.

NOEMI (40)   Il testo della canzone di Noemi

“Ti amo non lo so dire”

Un bel crescendo di musica ed emozione al quale l’artista presta la sua voce, sempre più matura e consapevole della propria forza. Forse acchiappa meno di “Glicine” dello scorso anno e ha bisogno di maggiore ascolto ma è canzone di stoffa pregiata.

MASSIMO RANIERI (70)  Il testo della canzone di Massimo Ranieri

“Lettera di là dal mare”

È l’unica, struggente romanza di questo festival, scritta dal poeta-contadino Fabio Ilacqua. Una lirica che riflette il passato sul presente, il mare, il viaggio, la speranza in un mondo e in un futuro migliori. Ranieri intenso, sempre al meglio di sé.

LA RAPPRESENTANTE DI LISTA (34 e 36)  Il testo della canzone de La Rappresentante di Lista

“Ciao ciao”

“Ciao ciao” è il contraltare di “Amare”, il bel pezzo che Veronica Lucchesi e Dario Mangiaracina proposero l’anno scorso. Quello era, con grande classe, lirico in senso contemporaneo, qui siamo in una dimensione easy, ma sempre con stile impeccabile, disco-funky e testo ironico.

RKOMI (27)  Il testo della canzone di Rkomi

“Insuperabile”

Il rapper record di vendite nel 2021 vira sul pop-rock, con schitarrate e ritmo che mirano, probabilmente, ad allargare il range dei fan. La canzone potrebbe essere quella molotov di cui nel testo (lì sono due) metaforicamente scagliata sul palco del festival a portargli maggiori consensi ancora.

MATTEO ROMANO (19)  Il testo della canzone di Matteo Romano

“Virale”

Il ragazzo che spopolò due anni fa postando sui social le sue canzoni, arriva al festival con un’aria di freschezza che non nuoce tra i velluti dell’Ariston: pop leggero e ritmo accattivante.

SANGIOVANNI (19)  (Il testo della canzone di SANGIOVANNI)

“Farfalle”

Fedele nei secoli che per lui sono poco più di una manciata di mesi: uscito da “Amici” (come Aka 7even), conquistatore di Spotify la scorsa estate con “Malibù”, conferma una linea scanzonata tra pop e dance. Ragazzini (e ragazzine), fatevi sotto.

TANANAI (26)  (Il testo della canzone di  TANANAI)

“Sesso occasionale”

Dice che vuol vedere il pubblico dell’Ariston in piedi a ballare ma chissà se è assembramento. Comunque i presupposti ci sarebbero perché il ritmo non difetta. Nemmeno il comune senso morale: lui l’ha tradita e adesso vuole una seconda chance.

GIOVANNI TRUPPI (40)  (Il testo della canzone di GIOVANNI TRUPPI)

“Tuo padre, mia madre, Lucia”

Raffinato può essere un bel complimento ma quanto anche tracciare un limite, una riserva indiana, un ghetto? Il cantautore napoletano punta sull’intensità della musica e di un testo che schiva ogni retorica. Nel gran calderone sanremese, Truppi è artista da proteggere.

LE VIBRAZIONI  ( Il testo della canzone de LE VIBRAZIONI)

“Tantissimo”

Unica band in gara, ormai veterani dell’Ariston, danno una bella scossa d’energia rock-melodica, di quella che non hanno mai fatto mancare ai loro estimatori. Un testo zeppo di rimpianti, di occasioni mancate o sprecate, con invito a non mancarne e sprecarne più.

IVA ZANICCHI (81)  Il testo della canzone di Iva Zanicchi

“Voglio amarti”

C’è un assolo di chitarra rock che vuole rinverdire cronologicamente e stilisticamente il pezzo che rimane comunque un classicone, ottimo per la voce ancora bella tosta dell’Aquila di Ligonchio che rivendica il diritto della passione a tutte le età.

YUMAN (26)  Il testo della canzone di Yuman

“Ora e qui”

L’unico brano dall’anima soul del Festival. Il sound è molto accattivante e adatto alla bella voce e alla timbrica del ragazzo nato da papà capoverdiano e mamma romana ed uscito fuori da Sanremo Giovani insieme a Tananai e Matteo Romano.


Ultimo aggiornamento: Martedì 1 Febbraio 2022, 10:10
© RIPRODUZIONE RISERVATA