La Sacra Sindone è un falso: la metà delle macchie incompatibili con un uomo crocifisso

La Sacra Sindone è un falso: la metà delle macchie incompatibili con un uomo crocifisso

  • 130
    share
Sacra Sindone, le macchie sul sudario sono false.
Una nuova ricerca indica che almeno la metà delle macchie di sangue della Sindone di Torino sarebbe falsa: solo alcune sarebbero compatibili con la posizione di un uomo crocifisso, ma altre non trovano giustificazione in nessuna posizione del corpo, né sulla croce né nel sepolcro.



Lo indicano i dati pubblicati sul Journal of Forensic Sciences e basati su un esperimento che, con le tecniche di medicina forense, ha ricostruito la formazione delle macchie. Condotto da Matteo Borrini, dell'università di Liverpool, e Luigi Garlaschelli, del Cicap.

 
 

Lunedì 16 Luglio 2018 - Ultimo aggiornamento: 14:43
© RIPRODUZIONE RISERVATA
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE..
COMMENTA LA NOTIZIA
2 di 2 commenti presenti
2018-07-16 15:25:47
Mi risulta sia chiaro da molti anni anche alla Chiesa che è un falso risalente al medioevo (come confermato da analisi al carbonio 14 e così via). E' però uno di quei falsi che tengono come simboli, visto che alla gente piacciono tanto.
2018-07-16 17:24:40
Questa è solo 'una versione'... Tutte le volte viene smentita la notizia e poi viene smentita la smentita... Dipende da chi fa certe analisi: se crede troverà per forza qualcosa che avvalora la tesi... se non crede troverà qualcosa che smente la tesi... Spiacente verso tutti... Per me tutte le religioni sono comunque 'una truffa'... Solo un tentativo ancestrale di giustificare certi eventi in mancanza di spiegazioni... Ogni cosa che accade è derivata dalle nostre azioni (direttamente o indirettamente) ma è molto più semplice dire che era 'destino' oppure chiamarlo 'volere di Dio' oppure di un'altra divinità a caso... Inventatene una di divinità e dagli 'la colpa'... Prima o poi ci sarà qualcuno che ti seguirà... Gloria nei secoli alla grande tastiera dei PC, degli smartphone, ed all'alfabeto nei secoli e nei secoli...
DALLA HOME