Coronavirus, un comune raffreddore potrebbe aiutare a combattere il covid-19

Coronavirus, un comune raffreddore potrebbe aiutare a combattere il covid-19

Un comune raffreddore può difendere dal coronavirus e aiutare a combattare la malattia. Gli scienziati hanno scoperto cellule in grado di attaccare Covid-19 nel flusso sanguigno di persone che avevano mai avuto raffreddori comuni prima, tutti causati da altri ceppi di coronavirus.

Leggi anche > Fase 2, quali sono i rischi di contrarre il coronavirus all'aria aperta

I ricercatori dell'Istituto di immunologia di La Jolla in California, avvertono che i loro risultati devono ancora essere provati al di fuori di un laboratorio. Il loro studio, pubblicato sulla rivista Cell, ha esaminato le cellule immunitarie,note come cellule T, che differiscono dalle cellule B che producono anticorpi. Invece di agganciarsi al virus, le cellule T forniscono un'altra linea di attacco prendendo di mira altre cellule infette. Analogamente agli anticorpi, vengono prodotti in risposta a un'infezione e rimangono in seguito.

Dan Davis, professore di immunologia all'Università di Manchester, ha dichiarato al Times: «Quando una cellula viene infettata da un coronavirus, le molecole proteiche del virus vengono tagliate in piccoli pezzi e quei piccoli pezzi vengono montati sulla superficie della cella. Quando le cellule T vedono queste molecole che non sono mai state nel corpo prima di moltiplicarsi, allora vanno e rispondono a quelle cellule infette». Lo studio quindi farebbe pensare che l'esposizione ad altri coronavirus, come il raffreddore o l'influenza comune, abbiano in qualche modo innescato le loro cellule T per riconoscere e attaccare Covid-19. Sono tuttavia tesi che vanno ancora dimostrate. 
Ultimo aggiornamento: Martedì 19 Maggio 2020, 17:51
© RIPRODUZIONE RISERVATA