La salute della donna e le nuove frontiere della medicina di genere: la comunità medico-scientifica incontra i cittadini

La salute della donna: le nuove frontiere della medicina di genere

La salute della donna e le prospettive della medicina di genere saranno al centro della prima edizione del meeting We Will-We Women in Long Life, la rassegna di talks con esponenti della comunità medico-scientifica, incontri, percorsi esperienziali olistici e molto altro, che si apre oggi a Bolzano (Teatro Cristallo) e durerà fino al 2 ottobre.
Promossa dalla Onlus IrisRoma xleDonne xla Vita, l'iniziativa si ripeterà ogni anno in una Regione diversa, proponendosi come  una preziosa occasione di incontro e confronto tra la comunità medico-scientifica e i cittadini, per approfondire tematiche di attualità e offrire nuovi strumenti di conoscenza, esortando sul tema della salute delle donne un’informazione coraggiosa e proattiva.
«Noi donne siamo la maggioranza della popolazione, viviamo più a lungo, e ci ammaliamo di più», spiega Olga Naso, Presidente di IrisRoma xleDonne xlaVita Onlus. «E' necessario un nuovo sguardo su queste problematiche, per osservare noi stesse e le persone con cui siamo in relazione, per riconoscere le differenze fisiologiche e le conseguenze che la disparità di genere esercita sulla salute».

Si parte oggi, venerdì, con le relazioni su equità e cure consone al genere, dal cervello al cuore. In serata, il concerto “ Sing for life” del Coro Artemisia, 50 donne che cantano per le donne. Domani gli incontri riguarderanno la salute della donna nelle diverse età della vita, i tumori femminili, la salute alimentare, l’osteoporosi, il valore del movimento, il ruolo delle Associazioni. A margine dei talks, i percorsi esperienziali di BioDanza, Yoga, esercizi per il Pavimento Pelvico. Il 2 ottobre, infine, è prevista una passeggiata terapeutica, una lezione di ginnastica dolce e di tiro con l’arco. Nel foyer del Teatro Cristallo, sarà’ presente la libreria Ubik con una selezione di volumi dedicati agli argomenti del meeting e un corner dove sarà’ possibile confrontarsi con i professionisti presenti al festival. Ideata da Marina Caleffi, l'iniziativa potrà essere seguita in streaming sul sito wewomeninlonglife.IrisRoma.org.
Alla tre giorni è prevista la partecipazione di alti rappresentanti della comunità medico-scientifica, tra i quali Grazia Labate (professoressa di economia sanitaria all'università di New York), Irene Unterhofer (esperta in medicina di genere), il professor Salvatore Mancuso (ginecologia e ostetricia), il professor Ciriaco Scoppetta (neurologo, neuroscienziato), il professor Antonio Rebuzzi (cardiologo e vicepresidente della Fondazione Atena), la professoressa Maria Grazia Serantoni (psicologa), Silvia Riccardi e Francesca Fioretti (psicologhe e psicoterapeute), la professoressa Daniela Terribile (chirurga, senologa e oncologa), la professoressa Maria Giovanna Salerno  (ostetricia e ginecologia), Grazia Armento (oncologia clinica e cure palliative), Valeria Masciullo (ginecologa), Barbara Costantini (psiconcologa), il professor Lucio Lucchin (nutrizionista), il professor Mario Tartarone (ortopedia e traumatologia), Maria Grazia Pellegrini (ostetrica).


Ultimo aggiornamento: Venerdì 30 Settembre 2022, 10:44
© RIPRODUZIONE RISERVATA