Vaiolo delle scimmie, cane contagiato dai suoi proprietari a Parigi: è il primo caso

Cane si ammala di vaiolo delle scimmie. «Contagiato dai suoi proprietari, è il primo caso»

di Mario Landi

Primo caso di trasmissione di vaiolo delle scimmie da uomo ad animale. Un cane avrebbe infatti contratto l'infezione dai suoi proprietari, una coppia gay che abita a Parigi. Lo riporta la rivista Lancet: è successo a innizio giugno quando i due uomini, rispettivamente di 44 e 27 anni, che fanno parte di una coppia aperta, hanno sviluppato i sintomi dopo aver avuto rapporti sessuali con altri uomini. 

Vaiolo delle scimmie, bambina di 4 anni contagiata in Germania: non presenta sintomi

La scoperta dei virologi

I due, che per le cure si sono recati all'ospedale Pitié-Salpêtrière, hanno però notato che anche il loro cane, un levriero italiano, aveva delle ulcere e alcuni sfoghi sulla pancia. Il cane è poi risultato positivo al tampone per il monkeypox, nella stessa variante a cui erano positivi i suoi proprietari. Il cane dormiva con i padroni, e potrebbe essersi infettato attraverso il contatto con le loro lesioni. 

 

«Probabilmente il cane avrà leccato l'umano malato e poi se stesso», ha spiegato la professoressa Lynora Saxinger, che insegna virologia all'Università di Alberta. A quanto pare, infatti, erano presenti tracce nella saliva del cane. 

I sintomi del vaiolo delle scimmie

Il vaiolo delle scimmie è una malattia «molto rara» che si presenta generalmente con «febbre, mialgia, linfoadenopatia (ghiandole gonfie) e un'eruzione cutanea sulle mani e sul viso, simile alla varicella». La salute dei pazienti sospetti evolve «favorevolmente», anche se è necessario mantenerli «sotto osservazione» per la possibilità che qualcuno possa aver bisogno di un ricovero, affermano le autorità sanitarie. In genere «la sua trasmissione avviene per via respiratoria», ma è possibile il contagio attraverso il «contatto con le mucose durante rapporti sessuali».

 

Ultimo aggiornamento: Domenica 14 Agosto 2022, 19:35
© RIPRODUZIONE RISERVATA