Conte e la fase 2: «Riaperture anticipate in alcune regioni d'Italia se curva contagi cala». Scuse sui bonus

Il premier Giuseppe Conte apre ufficialmente alle riaperture anticipate delle attività commerciali. «Sono sicuro che, con il rispetto delle regole adottate, in alcuni territori si potrà rallentare notevolmente la curva del contagio. E attività come la sua potrebbero rialzare prima del previsto la saracinesca: se abbassiamo il rischio di contrarre il virus e rispettiamo i protocolli di sicurezza, tanti clienti torneranno a tagliarsi i capelli senza essere bloccati dalla paura». Lo scrive su Facebook il premier Giuseppe Conte rispondendo al messaggio di un barbiere in occasione del primo maggio.
 
 
 

LE SCUSE DEL PREMIER
«Ci sono stati e ancora continuano alcuni ritardi nelle somme da erogare, come pure complicata si sta rivelando la partita dei finanziamenti. Chiedo scusa a nome del Governo, e vi assicuro che continueremo a pressare perché i pagamenti e i finanziamenti si completino al più presto».

«Il mondo del lavoro è messo a dura prova. Tanti vivono con ansia e preoccupazione questa emergenza, fra attività chiuse e prospettive di lavoro a rischio. Molti nella fase più acuta di emergenza, hanno lavorato per assicurarci assistenza, soccorso, sicurezza e beni essenziali. Oltre 4 milioni tornano a lavoro lunedì grazie ai primi risultati delle misure di contenimento: potranno confidare nell'applicazione di rigidi protocolli di sicurezza, su cui saremo intransigenti». Così il premier Conte per l'1 maggio.
Ultimo aggiornamento: Venerdì 1 Maggio 2020, 13:52
© RIPRODUZIONE RISERVATA