Minorenne stuprata dal branco nel villino la notte di Capodanno

Emilio Orlando
Un festino a base di droga e alcol per brindare al 2021 finito male, con lo stupro di una 17enne. La ragazzina, drogata e violentata dal branco, era stata anche picchiata riportando ferite e traumi per una prognosi ospedaliera di trenta giorni.
Teatro dell'orrore, un villino a Primavalle. Ieri all'alba i carabinieri della compagnia Cassia (coordinati dal pool della procura che si occupa di reati sessuali) hanno arrestato tre ragazzi accusati di violenza sessuale di gruppo aggravata. In manette (ai domiciliari) sono finiti il ventenne Patrizio Ranieri, Claudio Nardinocchi di 22 anni e Flavio Ralli classe 2002, quest'ultimo colpito dalla misura cautelare dell'obbligo di firma e di dimora nel comune di Roma.
Le indagini dei detective del nucleo operativo, durate un anno per le difficoltà di penetrare l'ambiente omertoso che avvolgeva la vicenda, sono scattate immediatamente dopo la denuncia della vittima. che all'epoca dei fatti aveva 16 anni. La giovane aveva raccontato ai carabinieri di essere stata violentata la notte tra il 31 dicembre del 2020 e il 1 gennaio del 2021 da parte di alcuni ragazzi, durante la festa nel villino. Da subito la procura aveva attivato le procedure previste per le vittime di violenza. Attraverso intercettazioni telefoniche, indagini sui social (dove gli autori dallo stupro erano iscritti) e le testimonianze di alcuni presenti alla festa, il giudice per le indagini preliminari ha emesso l'ordinanza di custodia cautelare.
Per tutti e tre gli indagati si profilano anche le aggravanti previste dalla legge nel caso in cui l'abuso avviene ai danni di persona minore, situazione ancora più grave per la condizione di inferiorità psico-fisica della ragazza che ra sotto effetto di sostanze psicotrope.
riproduzione riservata ®


Ultimo aggiornamento: Venerdì 14 Gennaio 2022, 05:01
© RIPRODUZIONE RISERVATA