Gattuso: «Milan, niente distrazioni»

MILANO - Vietato sedersi sugli allori, tanto meno sulla neve di Razgrad dove il Milan stasera (ore 19, Sky) sfida il Ludogorets. Gattuso non pensa agli otto risultati utili consecutivi e nemmeno al futuro e all'eventuale rinnovo del contratto. «Sto vivendo un sogno e mi sta costando tantissima fatica. Io in fondo mi sento ancora un traghettatore e vivo male i complimenti che ricevo». L'attenzione è tutta rivolta al campo: «Abbiamo un grandissimo rispetto per il Ludogorets. Negli ultimi sei anni sono stati in Europa più di noi: Real, Liverpool, Arsenal e Lazio qui hanno faticato». Gattuso intende confermare i titolari: rispetto a Ferrara un solo cambio, rientra Calabria al posto di Rodriguez.
Contro il Muro Giallo per fare la storia. È il succo del prepartita dell'Atalanta in casa del Borussia Dortmund, caduto malamente dal girone Champions. «Abbiamo già giocato in stadi grandi, ma abbiamo dietro l'entusiasmo di quasi 5 mila tifosi da ripagare», è la filosofia di Gasperini. Per il tecnico il duplice dubbio legato a Caldara e Gomez: «Papu gioca se se la sente, ma se sono qui entrambi vuol dire che sono in condizione» taglia corto il tecnico. L'avversario è tosto: «È un'occasione per capire fino a che punto possiamo confrontarci a questi livelli - continua il Gasp - Ma come si suol dire: non c'è gloria senza pericolo».(M.Sub.)

Giovedì 15 Febbraio 2018 - Ultimo aggiornamento: 05:01
© RIPRODUZIONE RISERVATA
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE..
DALLA HOME