Il contagio che ci piace: in economia esiste

Video
di Alberto Mattiacci

Contagio: dalla sanità alle Borse mondiali, la parola contagio è (purtroppo) molto popolare da anni.
In economia, però, esiste anche un contagio positivo: si chiama domanda derivata. Di quanto sia importante per la salute economica di un paese ce ne stiamo accorgendo, tutti, da quando è arrivato il Covid e l'ha fermata. Facciamo un esempio: se molte persone hanno l'abitudine di mangiare fuori casa, i punti di ristorazione si moltiplicheranno; ciascuno di questi avrà bisogno di un locale, degli arredi, delle suppellettili, dei cibi e delle bevande -nonché, ovviamente, delle persone che sanno come usare tutto questo.
A monte, poi, chi, ad esempio, produce vino sarà incentivato ad ampliare la cantina, installare macchinari e botti, comprare più uva, impiantare nuovi vigneti, e via dicendo.
Dal mangiare fuori casa deriva la domanda di tutte queste cose: ecco perché si chiama domanda derivata. In sostanza, il semplice diffondersi di un atto di consumo innesca, a ritroso, una catena positiva di fatti economici. Una sorta di contagio al contrario, insomma. Il Covid, che ha fermato la domanda di ristorazione, sta colpendo così molte altre attività economiche: fermare (o ridimensionare) i trasporti, il lavoro negli uffici, le scuole, gli sport, gli spettacoli teatrali e così via, non ha solo effetti su queste attività in senso stretto ma anche sulle loro domande derivate.
Si capisce perché 4 italiani su 10 temano il 2021. Ma la domanda derivata, come si è fermata, così ripartirà.


Ultimo aggiornamento: Mercoledì 21 Ottobre 2020, 16:36
© RIPRODUZIONE RISERVATA