Nina, Cechov e i rimpianti. L’esordio di Giulia Corsalini
di Paola Pastorini

Nina, Cechov e i rimpianti. L’esordio di Giulia Corsalini

Nina ha 40 anni, è una badante ucraina che lavora a Macerata con una passione per Cechov. E si innamora. È il romanzo d’esordio di Giulia Corsalini “La lettrice di Cechov”, vincitrice del SuperMondello.

La donna, in Italia per pagare gli studi di medicina all’amata figlia Katja, rispolvera i suoi studi su Cechov. Frequenta l’istituto di slavistica dove conosce il professore di russo, che le offre un contratto temporaneo. Tra i due si intesse una relazione a corrente alternata. Una storia lineare, di grande profondità e delicatezza, un inno al piacere della letteratura
Martedì 3 Dicembre 2019, 11:28
© RIPRODUZIONE RISERVATA