Nigeriano con cento ovuli di cocaina nello stomaco fermato in aeroporto

Roma, nigeriano con cento ovuli di cocaina nello stomaco fermato a Fiumicino

I Carabinieri della Compagnia Aeroporti di Roma, al termine di controlli ai terminal dello scalo intercontinentale «Leonardo Da Vinci», hanno arrestato in flagranza di reato un nigeriano di 34 anni per produzione, traffico e detenzione illecita di sostanze stupefacenti o psicotrope. Lo straniero, giunto all'alba a Roma con un volo da Addis Abeba, è stato notato dai militari per l'atteggiamento visibilmente nervoso assunto a seguito del controllo dei documenti ed è stato quindi condotto al pronto soccorso dell'ospedale «Grassi» di Ostia per essere sottoposto ad approfonditi esami radiografici.

Trapani, sequestro da dieci milioni di euro a Vittorio Morace. Colpo al re dei traghetti Liberty Lines

È stato così appurato che il nigeriano aveva ingerito un numero imprecisato di ovuli. Al fine di consentirgli di evacuarli completamente, data la loro pericolosità, è stato trattenuto nella struttura ospedaliera. I Carabinieri, al termine delle attività, hanno potuto accertare che l'uomo aveva ingerito 100 ovuli complessivi contenenti eroina, per un peso totale superiore ai 1200 grammi. L'arrestato è stato poi dimesso e condotto presso la casa circondariale di Civitavecchia, a disposizione dell'Autorità Giudiziaria.

Sabato 13 Luglio 2019, 09:03
© RIPRODUZIONE RISERVATA