Cadavere nel Tevere, è un 21enne studente americano. Il giallo di Elijah: era a Roma da lunedì

Cadavere nel Tevere, è un 21enne studente americano. Il giallo di Elijah: era a Roma da lunedì

Non si avevano più sue notizie da giorni. Proprio ieri era arrivato l'appello dei genitori in diretta televisiva per chiedere a chiunque avesse informazioni di contattarli urgentemente. Oggi, purtroppo, Elijah Oliphant, 21 anni originario del Texas, è stato ritrovato cadavere nel Tevere, all'altezza di ponte Sisto. La procura ha disposto l'autopsia per chiarire le cause del decesso e tentare di ricostruire gli ultimi attimi di vita del giovane turista americano.

 

Elijah era arrivato a Roma lunedì scorso, il 23 maggio. Dopo una cena con i genitori e la fidanzata - studentessa a Reggio Emilia - in un ristorante a due passi dal parco dell'Appia Antica, era tornato in albergo per riposare ma - stando alla ricostruzione del padre e della madre - intorno all'una di notte ha lasciato la struttura allontanandosi da solo, come dimostrerebbero anche le immagini delle telecamere all'ingresso dell'hotel. Da allora non hanno più avuto sue notizie, fino ad oggi, quando - poco prima delle 10 - i vigili del fuoco hanno recuperato dalle acque del Tevere il corpo di un uomo.

 

 

Giunti sul posto, i genitori hanno riconosciuto il figlio, che indossava ancora i vestiti con cui si era allontanato dall'hotel, canottiera bianca e il pantalone del pigiama. Sono tanti gli interrogativi che dovranno sciogliere gli agenti del commissariato Trastevere, incaricati dal pm Francesco Minisci di condurre le indagini. Il ragazzo, infatti, aveva lasciato in camera sia il passaporto che il telefonino ma non aveva mostrato, a quanto pare, segnali di paura o preoccupazione per qualcosa.

 

 

 

Ieri sera i genitori di Elijah avevano lanciato un appello attraverso il programma 'Chi l'ha visto?', dove sono state mostrate anche le immagini del ragazzo all'interno dell'hotel. «Elijah si è svegliato intorno a mezzanotte e poi è andato fuori dall'hotel intorno all'una meno dieci - ha raccontato il papà -. Quando ci siamo svegliati la mattina non l'abbiamo più trovato». «Voglio chiedere a chiunque l'abbia visto di contattarci immediatamente», il disperato appello della madre. «Siamo molto preoccupati - le parole della fidanzata - chiunque l'abbia visto o abbia informazioni ci contatti. l'unica cosa che vogliamo è che torni a casa sano e salvo». Ieri il ritrovamento di una delle scarpe che Elijah aveva indosso, oggi la drammatica scoperta.


Ultimo aggiornamento: Giovedì 26 Maggio 2022, 19:57
© RIPRODUZIONE RISERVATA