Roma, follia al minimarket, il conto è troppo caro: spara al titolare con un fucile

Litiga con il titolare di un minimarket, ritorna armato di un fucile ad aria compressa e spara al titolare. È stato arrestato, nella serata di ieri, un  romeno di 46 anni con le accuse di tentato omicidio e lesioni personali. L'uomo è entrato in un minimarket di via Acquaroni, a Torre Gaia, e dopo aver prelevato alcuni prodotti dagli scaffali ha discusso con il titolare del negozio, un 34enne del Bangladesh, per i prezzi della merce, a suo dire, troppo alti. Dopo la lite l'uomo si è allontanato ed è poi ritornato con un fucile ad aria compressa, tipo carabina, ed ha esploso due colpi: uno verso il titolare del negozio, ma ha mancato il bersaglio, l'altro contro una bilancia che è stata danneggiata.
 
 


Il titolare bengalese ha reagito cercando di sottrarre l'arma all'aggressore che però è riuscito a fuggire. A intervenire i carabinieri della sezione operativa della compagnia di Frascati che dopo aver preso informazioni hanno passato in rassegna i filmati dell'impianto di videosorveglianza.
Le indagini hanno permesso di identificare e rintracciare il 46enne romeno nella sua abitazione di via Torti, poco distante dal negozio. I carabinieri hanno perquisito l'appartamento e sequestrato sia il fucile ad aria compressa sia 527
piombini. Il titolare del minimarket ha riportato per una ferita alla gamba e contusioni, l'arrestato è stato condotto nel carcere di Regina Coeli
 


 
Giovedì 27 Giugno 2019, 10:32
© RIPRODUZIONE RISERVATA