Maria Tanina Momilia morta nel canale a Fiumicino: aveva il cranio fracassato, si indaga per omicidio
di Emilio Orlando

Maria Tanina Momilia morta nel canale a Fiumicino: aveva il cranio fracassato, si indaga per omicidio

Aveva il cranio fracassato ed una profonda ferita alla nuca, non compatibile con una caduta o uno scivolamento accidentale. È stata ritrovato così, in un fossato in via Castagnevizza a Fiumicino il cadavere di Maria Tanina Momilia la donna di 39 anni, madre di due figli la cui scomparsa era stata denunciata ieri mattina dal marito. L’uomo di nome Daniele Scarpati aveva lanciato anche un appello su Facebook, condiviso da migliaia di persone.
 
 

La posizione del corpo, che aveva la testa coperta dall’acqua e si trovava con in viso rivolto sul fondale ha fatto subito pensare agli inquirenti ad una morte violenta. Il medico legale si è soffermato sulle ferite che Maria presentava su più parti del corpo, come se derivassero da una colluttazione. Il riconoscimento è stato fatto dal fratello. Polizia e carabinieri hanno recintato l’area per permettere alla polizia scientifica di raccogliere tracce ed segni che possano portare a chiarire il giallo. Domani sul corpo di Maria, verrà effettuata l’autopsia.
Lunedì 8 Ottobre 2018, 19:10
© RIPRODUZIONE RISERVATA