Vetrine illuminate, Furio Colombo: «A luci accese...le città rinascono»
di Furio Colombo

Vetrine illuminate, Furio Colombo: «A luci accese...le città rinascono»

Mi sembra una delle migliori notizie natalizie: la città accesa. Tra i cittadini di Roma, io sono forse il più felice perché da molti anni ho proposto questa idea e ho insistito per realizzarla, scrivendone su La Repubblica, (La città a luci spente), parlandone in Parlamento e alle assemblee di commercianti romani.

Leggi anche > Roma, vetrine accese: sconti ai commercianti. Più sicurezza con le strade meno buie

Dicevo, e ripeto adesso, le ragioni con cui cercavo di persuadere che non proponevo uno spreco ma chiedevo una vera e propria svolta nella vita di una città. C'è per me una ragione che risale nel tempo. Non ho mai dimenticato quando, da bambino, ho visto il momento in cui una città viene spenta. Si chiamava oscuramento. Il nero improvviso per le strade cambia, in modo irriconoscibile, la città e la vita, e fa capire subito che cosa è la paura per le strade. E c'è una ragione che, per me, si è ripetuta molte volte finché, per lavoro, ho viaggiato molto spesso fra le due grandi città europee (Londra e Parigi), e arrivando a Roma da New York.
Roma, che di giorno esibisce un'unica infinita bellezza, di notte è buia, forse il meno illuminato dei luoghi celebri del mondo. Certo, Rutelli e Veltroni sindaci hanno schiarito non poco la parte pubblica e monumentale della città. Ma adesso la raccomandazione del prefetto di Roma e la decisione della sindaca Raggi che vuole accese di notte le vetrine, i negozi e ogni luogo pubblico e commerciale della città, cambia la vita, e dunque lo stato d'animo, il senso di presenza e di appartenenza, l'impressione di sicurezza dei cittadini. Ciò sarà vero quanto più ci si allontana dal centro, che pure non patirà nell'essere illuminato di più, e ci si inoltra nei viali, nelle strade, nelle piazze di periferia, che nella notte di Roma adesso appaiono abbandonate. Se a questa decisione intelligente e importante seguirà una revisione della illuminazione delle strade di Roma, questa città recupererà l' altra metà della sua grande bellezza, Roma di notte, che finora abbiamo visto solo nei film di Fellini e di Sorrentino.
riproduzione riservata ®
Mercoledì 11 Dicembre 2019, 05:01
© RIPRODUZIONE RISERVATA