Milano, ruba le offerte in chiesa: dai domiciliari al carcere

Milano, ruba le offerte in chiesa: dai domiciliari al carcere

A Garbagnate Milanese, nell'hinterland del capoluogo, i carabinieri della locale stazione hanno arrestato un 44enne italiano, nullafacente e già noto alle forze dell'ordine, sottoposto alla misura cautelare degli arresti domiciliari, con l'accusa di aver fatto irruzione e di aver rubato in una chiesa della cittadina. L'uomo è stato portato in carcere a San Vittore.

L'episodio risale alla mattinata del 27 luglio scorso, quando il parroco della chiesa Santa Maria Nascente di via Pasubio ha denunciato che, tra le 10.50 e le 11.50, ignoti avevano danneggiato la porta della sagrestia e si erano introdotti all'interno della parrocchia portando via il denaro contenuto nell'offertorio.

Dopo l'acquisizione e l'analisi dei filmati di videosorveglianza e la successiva perquisizione con il contestuale sequestro dei capi d'abbigliamento indossati durante il furto, i militari sono riusciti a identificare l'autore del gesto, compiuto da quest'ultimo durante un permesso dai domiciliari. L'uomo è stato arrestato lo scorso 30 luglio, in esecuzione dell'ordinanza di carcerazione emessa dall'ufficio di sorveglianza di Milano, che ha disposto la sospensione dei domiciliari con la custodia cautelare in carcere.
Ultimo aggiornamento: Lunedì 3 Agosto 2020, 13:51
© RIPRODUZIONE RISERVATA